Covid, in Molise restano solo 9 positivi. Finora 413 i guariti

Quattro persone del cluster rom di Campobasso sono ufficialmente guarite dal coronavirus. Mentre nella nostra regione prosegue il trend positivo, il Governo sta valutando se prorogare lo stato di emergenza fino al 31 ottobre e non fino alla fine dell'anno, come trapelato ieri. Domani in Parlamento le comunicazioni del ministro Speranza: verso la proroga l'obbligo di indossare la mascherina e il divieto di assembramenti. Vietati congressi, fiere e discoteche

C’è una buona notizia all’interno del generale quadro positivo di contagi da covid-19 che caratterizza la nostra regione: nessun nuovo caso positivo sui 159 tamponi processati nelle ultime ore. Inoltre quattro pazienti sono guariti a Campobasso: si tratta di persone appartenenti al cluster dei rom che lo scorso maggio si è registrato nel capoluogo che si avvicina al traguardo di “città covid free”.

Con questa buona notizia in Molise il numero dei contagiati si ferma a 9, mentre sono complessivamente 413 i guariti dopo aver contratto il nuovo coronavirus. Anche oggi resta ricoverata nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Cardarelli di Campobasso l’anziana donna campana risultata positiva al Sars-cov 2.

Un’altra delle novità delle ultime ore riguarda la possibile decisione del Governo di prorogare lo stato di emergenza al 31 ottobre e non al 31 dicembre come ventilato ieri. A Roma si sta riflettendo sul da farsi e nei prossimi giorni la questione potrebbe approdare all’esame del Consiglio dei Ministri.

“Estensione dello stato di emergenza a seguito del covid-19 non limita la libertà individuale delle persone ma consente di avere una protezione maggiore da parte dello Stato”, ha ribadito oggi il ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia. La proroga dello stato di emergenza infatti ha scombussolato molti cittadini. In realtà “l’emergenza – ha ribadito Boccia – significa anche consentire a Regioni e sanità di avere attenzioni e risorse. Anche se siamo uno dei Paesi più sicuri al mondo non credo ci sia un solo italiano che ha pensato che dal 1 agosto potesse finire lo stato di emergenza”.

Intanto domani – 14 luglio – il ministro della Salute Roberto Speranza farà delle comunicazioni in Parlamento sul rinnovo delle misure in scadenza e che dovrebbero essere prolungate fino al 31 luglio. Quindi discoteche, fiere e congressi resteranno ancora chiusi. Il ministro inoltre dovrebbe ribadire il divieto degli assembramenti e l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi accessibili al pubblico. Fino al 31 luglio resteranno in vigore anche gli obblighi di sicurezza come condizione di apertura delle attività produttive commerciali che, ad esempio, dovranno assicurare la distanza interpersonale di almeno un metro.

 

Questo il bollettino dell’Asrem di lunedì 13 luglio:
– 9 i casi attualmente positivi (5 nella provincia di Campobasso, 3 in quella di Isernia e 1 di altre regioni)
– 446 sono i tamponi positivi (364 nella provincia di Campobasso, 62 in quella di Isernia e 20 di altre regioni)
– 23741 i tamponi eseguiti di cui 22161 negativi. 1134 i tamponi di controllo
– All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 1: 1 in Malattie e 0 in Terapia Intensiva
– Sono 9 i pazienti in isolamento domiciliare (8) o dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici e clinicamente guariti (1)
– 413 pazienti dichiarati ufficialmente guariti (342 della provincia di Campobasso, 54 di quella di Isernia e 17 di altre regioni)
– 23 i pazienti deceduti con Coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 5 di quella di Isernia e 2 di altra regione)
– 517 le visite domiciliari effettuate dalle Usca (276 Bojano, 107 Larino e 134 Venafro)
– 11 soggetti in isolamento e 0 in sorveglianza

Questa la mappa aggiornata del contagio in Molise
CAMPOBASSO 2 – ISERNIA 2 – PORTOCANNONE 1 – SAN GIULIANO DEL SANNIO 1 – ROCCAVIVARA 1 – MACCHIAGODENA 1