“Cocco belloooo”, ma scatta una multa record: venditore di frutta in spiaggia sanzionato per 5mila euro

Merce sequestrata dai Vigili della Polizia Locale e ambulante colpito col massimo della sanzione amministrativa. Non è l'unico: a Campomarino dichiarata guerra agli abusivi con numerosi verbali e multe complessivamente superiori ai 41mila euro.

“Cocco belloooo” ma soprattutto salato per un venditore di frutta sulla spiaggia a Campomarino lido. Anche lui infatti è incappato nei controlli della Polizia Locale in servizio  a Campomarino, dove pattuglie in abiti civili miste a personale in divisa sono in azione da per contrastare l’abusivismo commerciale e garantire il rispetto delle norme igieniche in un periodo, quello ancora segnato dal Covid, in cui la parola “igiene” ha una valenza determinante.

La merce è stata sequestrata e il venditore si è visto comminare ben 5.164 euro di sanzione, una cifra ‘record’. Si tratta difatti dell’ammontare massimo della multa amministrativa. Il cocco pronto alla vendita non era infatti in regola con i permessi e le autorizzazioni sanitarie.

In tutto sono state 8 le sanzioni amministrative di vendita di merce non contraffatta (capi d’abbigliamento, foulard da spiaggia, cappelli) mentre uno è stato il sequestro penale di merce contraffatta con griffe dei più famosi marchi internazionali. Il tutto per un totale di circa 2mila pezzi di bigiotteria varia, ciondoli, bracciali collane, monili, occhiali e quant’altro.

Oltre ai sequestri di merce contraffatta la Polizia Locale ha comminato 8 verbali amministrativi per l’esercizio del commercio in forma itinerante senza autorizzazione, il tutto per un ammontare totale di 41.312 euro.

I controlli – fanno sapere – proseguiranno per tutta la stagione estiva così come dal protocollo di intesa stipulato tra la Prefettura di Campobasso ed il Comune di Campomarino, secondo le linee guida dettate dal Ministero dell’Interno vista la emergenza epidemiologica in corso.