Anziana campana trovata positiva al Covid in Molise e ricoverata in Infettive. “Il virus è ancora in circolazione”

Trovata positivs 80enne della Campania che doveva sottoporsi ad un intervento chirurgico a Isernia. E' il primo caso dopo 2 settimane Covid Free, e arriva nel giorno in cui l'Oms lancia l'allarme sul record di contagi in 24 ore. In Italia la situazione è sotto controllo, ma le autorità sanitarie, specie alla luce degli incrementi di presenze rappresentati dal turismo, ribadiscono che "non è il momento di abbassare la guardia". Ma i controlli anti assembramento, di fatto, sono cessati.

È una ottantenne della Campania, una donna che doveva sottoporsi ad un intervento chirurgico a Isernia, la persona che è stata ricoverata in Malattie Infettive per Covid-19. Dopo quindici giorni senza nessuna nuova diagnosi di positività, oggi sui 195 tamponi processati nelle ultime 24 ore dal laboratorio del Cardarelli viene fuori un nuovo contagio.

Riguarda una persona non residente in Molise ma che in questo periodo si trova nella nostra regione per motivi sanitari. Sebbene si tratti di un caso isolato, il dato conferma che il virus è ancora in circolazione e potrebbe tornare a diffondersi, specie con i movimenti turistici.

La notizia, mentre le autorità sanitarie locali stanno svolgendo le verifiche e provano a ricostruire come da protocollo la catena epidemiologica, arriva proprio nel giorno in cui dalla Organizzazione Mondiale della Sanità viene lanciato un nuovo allarme: in 24 ore a livello globale sono stati registrati oltre 228mila e 100 casi di contagio, un record. Gli Stati Uniti d’America guidano la triste classifica, seguiti da Brasile e India. In Italia la situazione è sotto controllo (oggi 188 casi, 67 in Lombardia, e 7 decessi) ma “questo non è il momento di abbassare la guardia”, ribadiscono le autorità sanitarie.

Questo l’ultimo bollettino dell’Asrem:
– 13 i casi attualmente positivi (9 nella provincia di Campobasso, 3 in quella di Isernia e 1 di altre regioni)
– 446 sono i tamponi positivi (364 nella provincia di Campobasso, 62 in quella di Isernia e 20 di altre regioni)
– 23519 i tamponi eseguiti di cui 21945 negativi. 1128 i tamponi di controllo
– All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 1: 1 in Malattie e 0 in Terapia Intensiva
– Sono 13 i pazienti in isolamento domiciliare (12) o dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici e clinicamente guariti (1)
– 409 pazienti dichiarati ufficialmente guariti (338 della provincia di Campobasso, 54 di quella di Isernia e 17 di altre regioni)
– 23 i pazienti deceduti con Coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 5 di quella di Isernia e 2 di altra regione)
– 517 le visite domiciliari effettuate dalle Usca (276 Bojano, 107 Larino e 134 Venafro)
– 15 soggetti in isolamento e 0 in sorveglianza

Finora il nostro Paese è stato annoverato come esempio virtuoso nella battaglia contro il virus ma nelle ultime settimane le misure sono state allentate in maniera eccessiva, e anche nei centri molisani si registra una situazione di prevalente indifferenza rispetto a determinate cautele che fino solo a un mese fa erano entrate nella prassi collettiva. Gli stessi tutori delle forze dell’ordine preposti ai controlli hanno cessato di elevare contravvenzioni per assembramenti o violazione dell’obbligo di indossare la mascherina protettiva in determinati luoghi. Per ironia della sorte oggi decine e decine di multe sono state invece elevate sui lungomare nord e sud di Termoli, dove la presenza di bagnanti è numerosa. Il motivo? Molti hanno recepito male l’annuncio del Comune di Termoli relativo al parcheggio gratuito la domenica e i festivi. Oggi, come accadrà per tutti i sabati e i giorni feriali fino a fine settembre, il parcheggio si paga, sebbene con una tariffa ridotta di 2 euro per l’intera giornata.

Questa la mappa aggiornata del contagio in Molise
CAMPOBASSO 6 – ISERNIA 2 – PORTOCANNONE 1 – SAN GIULIANO DEL SANNIO 1 – ROCCAVIVARA 1 – MACCHIAGODENA 1