Dopo sei anni Campobasso avrà il nuovo capo dei vigili: il Comune sceglie Luigi Greco, pugliese 52enne

Originario di Barletta dove è nato il 12 dicembre del 1968, Greco ha superato le selezioni avviate lo scorso febbraio. Oggi la firma sul decreto di nomina da parte del sindaco Roberto Gravina, si insedierà il 1 settembre

Sei anni dopo la fine del mandato di Franco Primiani (padre del dell’attuale consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Angelo Primiani) durante la legislatura guidata dall’ex sindaco Gino Di Bartolomeo, Campobasso ha un nuovo comandante della Polizia Municipale. Questa mattina – 24 luglio – la scelta dell’amministrazione che ha concluso la selezione indetta lo scorso febbraio designando Luigi Greco, 52 anni, a nuovo capo degli agenti. Erano 41 gli aspiranti comandanti del capoluogo, ma solo 36 hanno superato la selezione. 

Vigili urbani, 36 candidati ammessi al concorso per il nuovo comandante

Originario di Barletta dove è nato il 12 dicembre del 1968, Greco ha superato i colloqui che si sono svolti dal 14 al 16 luglio dopo la valutazione dei curriculum dei singoli candidati. Prenderà in mano le redini del Corpo dal 1 settembre 2020 al posto dell’Matteo Iacovelli, il dirigente comunale a cui l’ex sindaco del Pd Antonio Battista aveva preferito affidare il ‘timone’ della Polizia Municipale. 

Diversa l’idea del Movimento 5 Stelle che già in campagna elettorale aveva annunciato l’avviso per scegliere il nuovo comandante atteso, fra l’altro, anche da una parte degli agenti che da anni lamentano una serie di problemi interni al Corpo. E oggi, poco prima della riunione del Consiglio comunale, il sindaco Roberto Gravina – che ieri ha presentato pubblicamente il nuovo amministratore unico della Sea, l’avvocato Stefania Tomaro – ha firmato il decreto di nomina di Greco a cui è stato attribuito il miglior punteggio ed è risultato, si legge nell’atto, che “avesse una competenza specifica” alla luce delle “esperienze pregresse”. A convincere è stata in particolare l'”attitudine al comando alla gestione del personale, l’organizzazione del corpo e dei servizi, all’altitudine manifestata circa la prospettazione dei rapporti con l’ente comunale, l’autorità e la cittadinanza”.

Il Comune inoltre ha valutato che “gli incarichi precedentemente svolti da Luigi Greco denotano un atteggiamento propositivo per la soluzione di problemi anche in realtà che sotto il profilo dimensionale sono analoghe e per alcuni versi superiori a quelle di Campobasso e attestano la disponibilità, confermata anche in sede di colloquio alla presenza costante e continuativa sul territorio comunale”.