Quantcast

Cacciatori di cometa, tutti pazzi per la coda di Neowise. Bagnoli del Trigno come Betlemme, foto da applausi

Immagine meravigliosa dal borgo di Bagnoli inviata da Lorenzo Ilari. Tanti gli appassionati che in questi giorni "fermano" la cometa anche con un semplice smartphone, come il caso della foto scattata la sera del 21 luglio da Andrea Grelle con un telefonino. Questi sono gli ultimi giorni per provare a godere dello spettacolo nel cielo stellato: a partire da domani 23 luglio la visibilità andrà gradualmente a ridursi.

Una immagine che lascia senza fiato per la bellezza complessiva dello scatto in notturna: la cometa Neowise illumina il cielo sopra il suggestivo borgo di Bagnoli del Trigno proprio come in una Betlemme dei nostri giorni. E’ firmata da Lorenzo Ilari (Lorenzo Lord lla), che ha voluto condividerla con i lettori di Primonumero dando un assaggio (in realtà poderoso) del fascino capace di evocare il territorio molisano.

bagnoli cometa lorenzo ilari

Una fotografia da applausi, fra le più belle pubblicate in tutta Italia questi giorni in cui si è scatenata una vera e propria caccia alla coda luminosa della cometa, avvistata per la prima volta a marzo dal telescopio Neowise da cui prende il nome. La cometa è diventata visibile a occhio nudo dal 3 luglio scorso.

Tanti i cittadini, appassionati di astronomia o semplicemente curiosi, che hanno sfoderato binocoli e cannocchiali per osservare più da vicino la cometa C/ 2020 F3 NEOWISE che, spiega la Nasa “proviene dalle regioni più remote del nostro Sistema solare. Il passaggio ravvicinato al Sole scioglie infatti il ghiaccio della cometa rendendo visibile la caratteristica scia. Dalla firma a infrarossi possiamo dedurre che si tratta di un oggetto lungo circa 5 chilometri, mentre la sua formazione potrebbe risalire a un periodo compreso tra 4 e 5 miliardi di anni fa”.

Così le immagini diventano testimonianza di una passione in questi giorni di luglio in cui Neowise ha raggiunto la sua massima visibilità. E la ricerca in cielo, fra le costellazioni, le stelle e il pianeta Venere, diventa un appuntamento irrinunciabile per molti “cacciatori” di luce, come Andrea Grelle di Termoli che ieri sera 21 luglio ’intorno alle ore 23 ha immortalato Neowise vicino il trabucco. “Una foto fatta sotto al muraglione di Termoli usando la fotocamera del mio Huawei p20 lite in modalità notturna con le impostazioni ad S32 e ISO1600 – spiega – e senza l’applicazione di alcun filtro”.

Cometa Andrea grelle

FOTO DI ANDREA GRELLE

Secondo gli osservatori astronomici che la stanno seguendo, Neowise sarà perfettamente visibile almeno fino al 1° agosto, ma a partire dal 23 luglio la sua visibilità andrà gradualmente a ridursi, a causa del progressivo allontanamento della cometa dal Sole, quindi si chiuderà anche la finestra di ore in cui Neowise sarà visibile a occhio nudo. Tra qualche giorno invece scomparirà del tutto dando appuntamento alla Terra fra 6683 anni. Un po’ troppi per ritentare il colpo, e così si susseguono le immagini che la celebrano e insieme celebrano la bellezza del nostro Molise.

Vi riproponiamo altre due immagini inviate a Primonumero in questi giorni

cometa Neowise foto Giuseppe Lomma

FOTO DI GIUSEPPE LOMMA

trabucco cometa foto nicola cappella

FOTO DI NICOLA CAPPELLA