Pestato perchè gay, centrosinistra: “Comune sia parte civile nelle aggressioni omofobe”

Il Pd e la Sinistra a palazzo San Giorgio hanno presentato una mozione che sarà discussa al prossimo consiglio comunale per condannare il pestaggio ed esprimere solidarietà nei confronti della vittima dell'aggressione

È il capogruppo del Partito democratico al comune di Campobasso Giose Trivisonno il primo firmatario della mozione presentata per esprimere solidarietà del Consiglio comunale nei confronti del ragazzo molisano brutalmente aggredito a Pescara perché gay. L’aggressione omofoba è avvenuta qualche giorno fa quando un branco ha pestato il 25enne in pieno centro nella città abruzzese, mentre stava passeggiando mano nella mano con il suo ragazzo sul lungomare.

Aggressione omofoba a Pescara: branco pesta coppia gay, 25enne molisano in ospedale con mascella rotta

 

 

Nei giorni scorsi uno dei picchiatori, un 21enne, è stato anche individuato e denunciato dai carabinieri che stanno indagando sull’accaduto.

Aggressione omofoba su giovane molisano, trovato uno degli autori del pestaggio: è un 21enne di Pescara

 

 

Intanto a Campobasso i gruppi consiliari del Partito Democratico e della Sinistra per Campobasso hanno presentato una mozione per esprimere solidarietà nei confronti del giovane molisano e per “condannare senza appello qualunque atto di omotransfobia”.

E’ stata dunque presentata una mozione per impegnare il sindaco e la giunta nei confronti della Regione e del Governo, di concerto con le associazioni lgbt, per “accelerare la stesura e l’approvazione di una legge contro l’omotransfobia e per dichiarare che il Comune di Campobasso si costituisca parte civile contro le aggressioni omofobe”.