Via Ruffini, altro sabato notte da incubo: strada orinatoio, schiamazzi e alcol fino al mattino. Residenti esasperati

I residenti di quella zona centrale di Termoli sono esasperati per quella che è una situazione che si verifica da tempo: "Dateci almeno le telecamere"

Gli abitanti del quadrilatero della piazzetta, pieno centro a Termoli, non ne possono più. “A chi dobbiamo rivolgerci per avere almeno le telecamere, visto che da anni le chiediamo al Comune senza risultati?”. La strada, domenica mattina, mostra le tracce di una movida eccessiva e degradante, con pozze maleodoranti e distese di bottiglie e plastica dei drink.

Schiamazzi, urla, baccano infernale fino alle 7 del mattino. I residenti di via Ruffini e zona limitrofa, dove nel fine settimana si concentra il divertimento dei ragazzini termolesi, non ne possono più. “Succede puntualmente, speravamo che con il covid in corso e gli annunciati maggior controlli le cose potessero prendere una piega migliore, ma è peggio di prima”.

Domenica mattina, caldo afoso e temperature schizzate in su, per attraversare quel tratto di strada, pieno centro, bisogna turarsi il naso e, se possibile, chiudere gli occhi. La puzza che si alza e si spande nell’aria è insopportabile. “Usato come un bagno pubblico da gruppi di ragazzini che hanno fatto casino tutta la notte, fino alle 7” denunciano alcuni cittadini che hanno la “sfortuna” di abitare lì vicino e sono stati costretti a subire, impotenti, una notte infernale.

“Hanno bevuto fiumi di birra e altro, fatto un rumore indiavolato e pisciato ovunque” è la sintesi, cruda ma veritiera, dell’accaduto. Con l’aggravante che non è certo la prima volta che capita.
“Il problema – dice una residente esasperata – esiste da anni, ed è andato via via peggiorando”. Sotto accusa il comportamento maleducato, aggressivo e strafottente dei giovanissimi, che in alcune circostanze si divertono anche a suonare ai campanelli nel cuore della notte, scappando poi oppure lanciando insulti e facendo scherzi idioti al citofono.

“A chi dobbiamo rivolgerci per avere le telecamere, visto che sono anni che facciamo la richiesta in Comune senza nessun risultato?”. La movida della piazzetta a Termoli è sicuramente la più fastidiosa, che lascia ‘in eredità’ non solo notti insonni e disturbate dagli schiamazzi, ma anche rifiuti, bottiglie rotte, bicchieri di plastica. Il diritto dei residenti è sistematicamente immolato sull’altare del divertimento più sfrenato e molesto. “Ma vi pare giusto? Ma i controlli? E i genitori?”