Tornano i voli da Pescara: dal 22 giugno collegamenti con Bergamo, poi le rotte internazionali

Riprendono finalmente i voli nazionali e internazionali dall’aeroporto di Pescara con importanti novità. Mentre il vettore Volotea attiverà da luglio il volo dal capoluogo abruzzese a Olbia in Sardegna e Catania in Sicilia, a breve ripartirà anche Ryanair.

La nota compagnia low cost irlandese ha annunciato che riprenderà i collegamenti da e per l’aeroporto di Pescara a partire dal 22 giugno, con il ripristino del volo Milano-Bergamo e incrementando il numero di rotte e la loro frequenza a partire dal 1° luglio, come parte integrante dell’operativo per l’estate 2020.

Oltre al collegamento nazionale con Milano-Bergamo, previste le destinazioni internazionali Londra-Stansted, Bruxelles-Charleroi, Francoforte, Barcellona, Düsseldorf, Bucarest.

Queste le dichiarazioni di Chiara Ravara, Head of International Communications di Ryanair: “Ryanair è lieta di annunciare che verranno ripristinate 7 rotte da e per l’aeroporto di Pescara a partire dal 1° luglio, come parte integrante dell’operativo per l’estate 2020. Il volo Pescara-Milano Bergamo sarà già disponibile dal 22 giugno. Siamo fieri di poter riprendere i collegamenti per l’estate 2020 e di contribuire alla ripresa dell’economia e del turismo regionale, permettendo a parenti ed amici di ricongiungersi e a milioni di turisti, nazionali ed internazionali, di scoprire il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del nostro Paese e dell’Europa”.

Per Enrico Paolini, Presidente Saga Aeroporto d’Abruzzo “la ripresa dei voli commerciali con Ryanair, rappresenta una ripartenza importante per il nostro Aeroporto e tutto il territorio regionale. Le nuove destinazioni Ryanair per l’estate, 7 rotte rispetto alle 5 iniziali previste fino a qualche giorno fa, vanno oltre le nostre aspettative, gratificando e sottolineando lo sforzo continuo profuso da tutto lo staff della Saga. Un grande lavoro di squadra, dunque, grazie al quale sarà possibile volare da e per Pescara per lavoro o per piacere e, soprattutto, si volerà sicuri, grazie alla continua sanificazione di tutta la struttura aeroportuale, così come previsto dai protocolli ministeriali”.