Toma incontra agenzie di viaggio e trasporto turistico: “Servono misure specifiche”

Il presidente della Regione Molise ha ricevuto una delegazione dicendosi "disponibile a portare il problema all'attenzione del Governo". I lavoratori del settore chiedono l'estensione per altri tre mesi della cassa integrazione straordinaria e l'istituzione di un bando ad hoc.

Una delegazione di rappresentanti del noleggio con conducente e delle agenzie di viaggio è stata ricevuta dal presidente Toma, nella tarda mattinata di oggi, 3 giugno, sul piazzale di Palazzo Vitale. Due settori che stanno risentendo duramente della crisi che ha colpito, più in generale, il comparto del turismo, cui sono strettamente collegati.

Evidenziando come il noleggio con conducente sia stato completamente dimenticato dagli interventi di aiuto del Governo centrale, gli operatori hanno richiesto misure specifiche che consentano di continuare a espletare i servizi riguardanti il trasporto turistico e scolastico, nonché quello destinato al trasporto di persone, a partire dall’erogazione di un prestito a medio-lungo termine da parte di Finmolise.

Le agenzie di viaggio molisane hanno posto l’accento sulla necessità che il governatore Toma, unitamente ai governatori delle altre regioni, si faccia portavoce presso il Governo centrale affinché la cassa integrazione straordinaria sia estesa per un ulteriore periodo di almeno tre mesi. Hanno avanzato, inoltre, la richiesta che venga valutata la possibilità di istituire un bando ad hoc per il settore turistico.

Turismo bloccato, 200 operatori verso il tracollo: “Fatturato azzerato, senza aiuti è la fine”

Si è trattato di un primo confronto interlocutorio che, comunque, è stato giudicato proficuo e costruttivo. Nell’assicurare la massima disponibilità ad affrontare la problematica, il governatore si è impegnato a studiare tecnicamente le questioni poste. La riunione è stata aggiornata ad una quindicina di giorni.