Spiaggia libera presa d’assalto, il Covid non contagia il turismo. A Petacciato il distanziamento è garantito da paletti per ombrelloni foto

Il mare, complice il caldo e un'acqua limpidissima, attrae bagnanti da tutta la regione e anche da fuori. I vacanzieri sintetizzano: "Spiaggia e mascherina sono incompatibili". A Petacciato l'Amministrazione dota l'arenile libero di paletti per piantare gli ombrelloni alla giusta distanza l'uno dall'altro.

Più informazioni su

Famiglie con bambini piccoli che giocano col secchiello, coppie che si abbronzano chiacchierando, anziani stesi al sole a curare le artriti, studenti reduci da l’anno scolastico più strano di sempre che si tuffano in un mare da cartolina. La spiaggia di Termoli è affollata perfino in un giorno feriale, come oggi, giovedì 25 giugno.

Già alle 9 di mattina diventa complicato trovare un parcheggio sia in prossimità degli stabilimenti balneari del litorale nord che degli accessi pubblici al mare, sistemati e resi più confortevoli, e dotati di apposita cartellonistica sulle norme anti-contagio che, qualche caso, è stata già staccata dal suo sostegno e abbandonata a terra. Il cartello informa i bagnanti sulle regole da seguire, dall’obbligo di mascherina alla controversa “Non sostare sulla battigia”.

Spiaggia libera termoli nord giugno 2020

Regole che, a essere onesti, vengono allegramente ignorate anche perché, come gli stessi bagnanti chiariscono, è impossibile usufruire del mare mantenendo distanze di sicurezza e mascherina sul volto.

Spiaggia libera termoli nord giugno 2020

“Cioè, io dovrei mettere la mascherina e toglierla solo se faccio il bagno? Ma è ridicolo” commenta un giovane arrivato, in comitiva, da un comune dell’hinterland. Una signora del luogo risponde: “Il pericolo all’aria aperta non c’è, e comunque basta evitare assembramenti”. Cosa si intenda poi per assembramenti sulla spiaggia, è difficile sia da spiegare che da recepire. I vacanzieri non hanno tutti i torti.

Ombrelloni spiaggia libera covid mare bagno

Il ritorno del sole, del bel tempo, l’aumento delle temperature che fino a qualche giorno fa si ponevano sotto la media stagionale ma che ora stanno vertiginosamente risalendo, spingono le persone a recuperare il tempo perso riversandosi sulle spiagge, luogo ideale per esorcizzare le paure accumulate durante la difficile fase del lockdown, che ha fatto temere una estate al chiuso e senza mare. Ipotesi questa che, specialmente per i termolesi, diventa inconcepibile.

Ombrelloni spiaggia libera covid mare bagno

“Che acqua meravigliosa, come si fa a evitare il mare”: una giovane mamma si bagna le braccia e le spalle mentre sorveglia il piccolino che sguazza con la paletta a riva. Il mare è trasparente, cristallino, e forse una spintarella al benessere ambientale l’ha data anche il periodo di stop e la chiusura prolungata. Molti ne approfittano per passeggiare sulla battigia, molti fanno il bagno malgrado la temperatura dell’acqua non si sa ancora sufficientemente calda da accontentare tutti.

Paletti Petacciato ombrelloni spiaggia distanziamento

Per quanto riguarda il famoso e famigerato “distanziamento” fra gli ombrelloni, si procede a “occhio e croce”, ovviamente. Col rischio che, quando l’arenile comincia ad affollarsi, le misure tra un palo e l’altro cominciano a restringersi. D’altra parte come si fa? Una soluzione l’hanno trovata a Petacciato, dove l’Amministrazione comunale per venire incontro alle regole di distanziamento fisico relative ha deciso di posizionare pali di plastica dove poter conficcare gli ombrelloni portati da casa. In questo modo i bagnanti sanno già dove sistemarsi e mantengono la giusta distanza gli uni fra gli altri.

Una scelta di sicurezza, apprezzata da molti che la ritengono comoda e criticata da qualcuno che sostiene di incontrare difficoltà nel posizionare la punta dell’ombrellone nel paletto. Qualche dubbio è emerso sulla possibilità che la pulizia della spiaggia non venga effettuata in maniera corretta per la presenza fissa dei paletti, che si trovano ai lati dei lidi balneari e quindi in alcune delle zone maggiormente frequentate da chi opta per la spiaggia free, preferendola agli stabilimenti

Più informazioni su