“Più attenzione alle periferie”, sindaco inizia il tour nelle contrade

Al via l'iniziativa dedicata all'ascolto dei cittadini. Il giro prenderà il via venerdì 26 giugno con la visita alle contrade Colle Leone e Collelongo.

“Dobbiamo cercare di intervenire nelle zone più periferiche perchè dobbiamo dare risposte anche ai cittadini delle periferie da troppi anni abbandonate”. Fare qualcosa in più per le periferie è uno degli obiettivi che il primo cittadino di Campobasso Roberto Gravina ha delineato quando ha tracciato il bilancio del suo primo anno di attività.

Gravina, un anno da sindaco. La ‘luna di miele’ non è finita ma serve svolta. “Priorità ai progetti avviati e alle periferie” – VIDEOINTERVISTE ai cittadini

 

E si riparte dall’ascolto dei cittadini per raccogliere segnalazioni, suggerimenti e problematiche. Questo si propone di essere il calendario di appuntamenti che il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, insieme alla sua amministrazione, ha elaborato per incontrare i cittadini lì dove vivono, iniziando dalle contrade, e che prenderà il via venerdì 26 giugno con la visita alle contrade Colle Leone e Collelongo.

Negli ultimi mesi, causa esigenze legate alle misure emergenziali da rispettare per evitare il propagarsi del contagio da Covid-19, i momenti di incontro pubblici per confrontarsi, ascoltare e anche spiegare quanto l’amministrazione sta facendo e ha in animo ancora di realizzare, sono stati tutti differiti e anche questo tour ha dovuto subire un giusto slittamento temporale.

Ora dunque il sindaco andrà direttamente sul posto per questo giro del capoluogo che partirà venerdì 26 giugno, alle ore 18.30 dalle contrade Colle Leone e Collelongo e toccherà nella prima fase le contrade cittadine, per poi, con un secondo calendario di date che verranno rese note in seguito, far tappa anche nei vari quartieri.

“Il Tour è un atto di ascolto ma vuole essere anche un momento di dibattito circostanziato, zona per zona, su quello che come amministrazione abbiamo fatto e soprattutto su quello che dobbiamo ancora fare, partendo dalle esigenze dirette dei cittadini e dalle loro proposte con le quali, come amministratori, siamo chiamati a confrontarci dando risposte che coincidano con la logica di ciò che è reale e possibile attuare per migliorare tutti insieme la nostra città“, ha specificato ancora Gravina.

tour di Campobasso