Cumuli di immondizia nelle periferie, la migrazione dei rifiuti non si ferma

Questa mattina - 25 giugno - cumuli di rifiuti erano presenti nella zona industriale tra il capoluogo e Ripalimosani nonostante il pugno di ferro annunciato contro gli incivili

Ci risiamo. Quasi un anno dopo la firma dell’ordinanza per vietare il conferimento dei rifiuti in città ai non residenti le periferie di Campobasso continuano ad essere invase da cumuli di immondizia che vengono abbandonati nelle vicinanze dei cassonetti stracolmi.

Immondizia selvaggia Campobasso

Le foto che vi mostriamo sono state scattate questa mattina – 25 giugno – in contrada Colle delle Api, nella zona industriale tra il capoluogo e Ripalimosani, proprio nello stesso punto in cui il sindaco Roberto Gravina e l’assessore all’ambiente Simone Cretella in una conferenza stampa annunciarono il pugno duro nei confronti degli ‘incivili’.

Immondizia selvaggia e strade come discariche, ordinanza e foto trappole contro gli zozzoni

 

Nemmeno l’inasprimento dei controlli annunciati dall’amministrazione di palazzo San Giorgio anche attraverso l’ausilio della nuova strumentazione tecnica (le fototrappole) e l’aumento delle verifiche da parte degli agenti della Polizia Municipale sono riusciti a scoraggiare fenomeni che continuano a far indignare la popolazione e che restituiscono un’immagine di degrado della città capoluogo. Scene simili del resto non è raro osservarle anche nel quartiere Vazzieri e in particolare in viale Manzoni, un altro punto critico rispetto al fenomeno della migrazione della monnezza che viene abbandonata anche dai residenti dei centri dell’hinterland che evidentemente trovano scomodo e complicato il sistema della raccolta differenziata già avviato nei paesi in cui risiedono.