Quantcast

Operaio comunale travolto dalla frana, chiesto processo per sindaco e tecnici

Quasi due anni dopo il tragico incidente sul lavoro costato la vita al 56enne Carlo Concettini, si concludono le indagini della Procura della Repubblica di Campobasso. Tre le persone per le quali i magistrati hanno chiesto il processo configurando responsabilità e negligenze dietro la vicenda avvenuta il 17 settembre 2018.

Travolto da frana mentre ripara rete idrica, muore 56enne dipendente comunale. Disposta autopsia

Si tratta del sindaco Carmelina Genovese e dei due responsabili municipali, Salvatore Amorosa e Marco D’Elia. Concettini era deceduto in seguito alle ferite che aveva riportato nell’incidente, quando è stato travolto da un terreno franoso mentre riparava una rete idrica del comune di Gambatesa. Improvvisamente uno smottamento lo aveva travolto all’interno dello scavo nel quale stava lavorando. Trasferito dal 118 al Cardarelli di Campobasso, era stato operato d’urgenza ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Sul suo corpo era anche stata disposta l’autopsia.

Ora le indagini preliminari sono chiuse, gli indagati hanno ricevuto l’avviso di conclusione e la informazione della udienza preliminare durante la quale il Gip stabilirà se farli andare a processo o archiviare le loro posizioni. L’udienza è fissata al prossimo 7 luglio.