Nuova rete del gas in provincia, società investe 1,6 mln per zona industriale e frazione di Castropignano

Il prossimo autunno partiranno i lavori per potenziare l'infrastruttura e tutto sarà a carico della società Molise Gestioni srl. Il primo comune interessato dall'opera sarà Castropignano: "Non ci saranno costi a carico dei cittadini - spiega il sindaco Nicola Scapillati - ma benefici per i residenti e per le aziende, oltre che per l'ambiente: alcune fabbriche della zona utilizzano ancora i combustibile inquinante".

Roccaspromonte, frazione con meno di 200 abitanti, comune di Castropignano. Il tempo sembra essersi fermato in questo antico borgo del Molise centrale, sede di una chiesa risalente al 1300 e dedicata a Santa Maria della Pietà: qui i residenti non hanno il metano in casa. Ci si ‘arrangia’ come si può, soprattutto con il bombolone del gas, le stufe pellet o con il termocamino.

Per fortuna, fra qualche mese, anche Roccaspromonte potrà usufruire di un servizio che migliorerà la vita della cittadinanza: il rifornimento di metano grazie all’estensione della rete che riguarderà anche l’area industriale che sorge a valle di Castropignano – per intenderci, è la zona in cui si trova la sala ricevimenti Villa d’Evoli – e nella quale si trovano alcune piccole fabbriche che sono riuscite a resistere alla crisi economica. Il potenziamento della rete del gas ovviamente porterà benefici anche alle ditte della zona.

Per realizzare l’infrastruttura saranno spesi 1,6 milioni di euro, somme che saranno interamente a carico di un privato, la società Molise Gestioni srl, rilevata da un gruppo di Brescia con investitori stranieri. Ne fa parte anche la Phlogas, ceduta qualche tempo fa dall’imprenditore molisano Edoardo Falcione.

Castropignano rete del gas

“E’ un investimento storico“, sintetizza il sindaco di Castropignano Nicola Scapillati. Uno slancio di mecenatismo da parte della Molise Gestioni? Non proprio. Il primo cittadino spiega i dettagli dell’infrastruttura, i cui lavori inizieranno il prossimo autunno dopo l’approvazione del progetto esecutivo da parte della sua giunta comunale.

L’iter amministrativo è ripreso una volta superato un contenzioso sul rimborso (che sarebbe arrivato fino a 200mila) da versare al gestore uscente della rete del gas e che avrebbe portato probabilmente al fallimento diversi enti. A fare da sfondo alla vicenda c’è infatti la nuova gara di appalto che dovrà indire per tutta la provincia il Comune di Campobasso (stazione appaltante nel procedimento per l’Ambito di Campobasso).

Dunque, “Molise Gestioni ha svincolato dei fondi e annunciato degli investimenti sulla rete del metano decidendo di partire da Castropignano dove la rete sarà estesa per 9 chilometri, senza costi a carico del cittadino “, spiega ancora il sindaco Scapillati. “Sarà un investimento importante di 1 milione e 600mila euro per realizzare l’infrastruttura in tutta la zona industriale e la frazione di Roccaspromonte. Ci saranno anche benefici per l’ambiente perchè nella zona industriale del paese ci sono ancora delle aziende che utilizzano combustibile molto inquinante. Il metano invece è una fonte energetica più pulita”. E poi “è un incentivo anche per chi vuole investire aprendo una ditta nella zona industriale di Castropignano”.

Nicola Scapillati Castropignano

Perchè hanno scelto Castropignano? Ecco la spiegazione fornita dal primo cittadino: “Hanno scelto Castropignano perchè noi abbiamo fatto da apripista nella risoluzione del contenzioso con il consulente del Comune di Campobasso in fase di valutazione del rimborso a Molise Gestione approfondendo questa storia. Noi abbiamo dato mandato a un consulente di Piacenza di verificare l’ammontare del rimborso che spetta alla stessa Molise Gestioni. Inoltre, quando si farà la gara, Molise Gestioni recupererà comunque dove quanto investito”.