Inno di Mameli in blues con Guardiaregia e Borghi d’Eccellenza

Un Inno nazionale in versione blues. Guardiaregia aderisce all’iniziativa promossa da Legambiente con l’adesione di Symbola, Vivi Appennino, associazione e progetto sposato dal Comune nella parte inerente la ciclovia più lunga d’Italia insieme a Borghi d’Eccellenza.

guardiaregia inno blues riconnettiamo l'italia

L’iniziativa vuol lanciare un appello al Presidente del Consiglio dei Ministri affinché si riconnetta il paese nel ripensare l’organizzazione e la fruizione dei territori ed il ruolo dei piccoli comuni nell’essere tenutari di comunità, nella quale la vita e la produzione risultano essere strategici nel percorso di rilancio dell’intero sistema paese. Slogan dell’iniziativa #riconnettiamoilpaese. Una mobilitazione che vedrà coinvolti migliaia di comuni. Per il Molise, purtroppo poche le adesioni, oltre Guardiaregia, Pescolanciano, Pizzone, Toro, Castel del Giudice, Civitacampomarano, Campolieto, Castelbottaccio, Jelsi.

L’appello al Presidente evidenzia cinque proposte per ripartire. Innovazione tecnologica e socio economica, scuola, servizi, lavoro.

Il Comune di Guardiaregia, insieme a Borghi d’Eccellenza coadiuvati dall’Associazione Artemusa, ha inteso rappresentare la sua adesione con il coinvolgimento dell’artista di fama internazionale, Lino Rufo che sotto la regia di Giuliano Ricella e la fotografia di Antonello Di Criscio, ha eseguito l’inno di Mameli, arrangiandolo sotto forma blues.

Il sindaco, Fabio Iuliano, ha lanciato l’appello a non demordere ed a riconnettersi con il Paese. Emozionante l’ascolto dell’inno che ha coinvolto numerosi cittadini che, nel rispetto delle distanze e delle regole imposte a tutela della salute, hanno manifestato il loro apprezzamento con un lungo applauso.

Non è mancato qualche attimo di commozione.