Il coronavirus si porta via un’altra anziana: tutte le 23 vittime dall’inizio dell’epidemia a oggi

Un mese e un giorno. Tanto è trascorso dall’ultimo decesso di un paziente che aveva contratto il coronavirus in Molise. Purtroppo oggi 4 giugno quel periodo senza vittime si è interrotto, con il 23esimo decesso. Una donna di 91 anni, una delle anziane che era ospite della Casa di riposo ‘Tavola Osca’ di Agnone, è morta oggi dopo un calvario durato circa due mesi, da quel trasferimento notturno dalla struttura di Agnone dove l’assistenza ai malati covid non era assicurata.

Purtroppo proprio dalle case di riposo arriva circa la metà delle vittime molisane, ben 11 su 23.  Anche l’ultima in ordine di tempo arrivava dalla ‘Tavola Osca’ di Agnone, si trattava di una 85enne ricoverata da un mese al Cardarelli.

Il triste bilancio ha fatto registrare lo scorso 25 aprile la morte di una anziana di 90 anni, residente fuori regione ma ospite della casa di riposo di Cercemaggiore. Domenica 19 aprile se n’è andata un’anziana di 95 anni deceduta a Venafro, dove si trovava da oltre 10 giorni dopo il trasferimento dalla casa di riposo dove era ospite.

Giovedì 16 aprile il decesso di una donna di 90 anni del cluster della residenza Tavola Osca di Agnone, mentre il 12 aprile, giorno di Pasqua l’ultimo addio a un 97enne di Cercemaggiore, uno degli ospiti della casa di riposo del paese. Prima di lui la morte di un’altra anziana, anche lei ospite della casa di riposo Tavola Osca di Agnone. Un altro anziano della casa di riposo di Cercemaggiore è morto invece la Domenica delle Palme.

Vittima della pandemia in Molise anche una anziana 94enne di Cercemaggiore che faceva parte del cluster della casa di riposo, morta il 2 aprile. Stessa provenienza e stessa sorte per una 83enne il 31 marzo e un 92enne il 26 marzo.

Quindi tutti gli altri deceduti dopo aver contratto il coronavirus. Il commercialista campobassano Enzo Cocca, 60 anni, ricoverato in Terapia Intensiva per un mese prima del decesso il 23 aprile. Il 22 aprile è morto un 70enne albanese residente a Termoli. Domenica 19 aprile, l’addio a un uomo di 61 anni di Campomarino, Luigi Florio, molto conosciuto in paese. La Domenica delle Palme, 5 aprile, il decesso anche di un 91enne di Campobasso.

Il 24 marzo, un tampone post mortem ha acclarato che un uomo di Montenero di Bisaccia, 80enne, prima di morire aveva contratto il Coronavirus. Due gli anziani morti il 21 marzo: un ultraottantenne ricoverato al Cardarelli ma già ricoverato in Terapia Intensiva in un’altra struttura e un coetaneo di Campobasso. Il 20 marzo è venuta a mancare una donna di Monteroduni (prima vittima della provincia di Isernia) di 84anni.

Il 19 marzo la morte due persone, una donna di 84 anni residente a Campobasso ricoverata nel reparto di Rianimazione e una signora originaria di Guglionesi, medico di 64 anni, ricoverata però all’ospedale di Chieti e già gravemente malata.

Il 18 marzo il decesso di un 84enne di Termoli, il cui tampone post mortem ha certificato la malattia Sars-Cov-2. Termolese anche la prima vittima: un uomo di 82 anni che aveva contratto il virus dopo una gita in Trentino. Era il 16 marzo.

Dal bilancio ufficiale molisano è escluso l’anziano di Sesto Campano morto a Roma, all’istituto Spallanzani.