Quantcast

Bagnini sulle spiagge libere a Campomarino Lido: avranno quad e droni anti assembramento

Attivo il servizio affidato ai volontari della Società Nazionale di Salvamento sezione di Guardialfiera del Direttore Nicola Fratangelo che aiuterà anche la Polizia Locale sul rispetto delle norme anti covid-19

Quad per il controllo delle spiagge, droni per vigilare sugli assembramenti. Da oggi 15 giugno è attivo sulle spiagge libere di Campomarino Lido il servizio di salvamento. Lo assicurerà anche quest’anno l’associazione Società Nazionale di Salvamento sezione di Guardialfiera del Direttore Nicola Fratangelo.

L’associazione è presente con 4 postazioni nell’area demaniale marittima del Comune di Campomarino e assicurerà diversi servizi: vigilanza in mare e sulla costa Nord e Sud di Campomarino, soccorso e salvataggio medio/lungo raggio di chi è in procinto di annegare o comunque in difficoltà coi natanti. Il servizio sarà assicurato tutti i giorni – festivi compresi – dalle 8,30 alle 19 e garantirà anche spiagge cardioprotette.

Ma l’associazione prevede anche un servizio aggiuntivo con messa a disposizione dei propri volontari in ausilio alla polizia locale, in collaborazione anche con altre associazioni in orari dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 tutti i giorni dal 15 giugno al 15 settembre con vigilanza dinamica e con mezzo idoneo, nei tratti di spiaggia libera dove è presente una postazione di salvataggio. Questi volontari opereranno allo scopo informativo e come deterrente deterrente ad evitare assembramenti anti Covid-19.

Inoltre i volontari avranno a disposizione di un Quad adibito al controllo e a supporto dei bagnini di salvataggio con vigilanza dinamica oltre che droni e “pilota in  aree critiche” per l’eventuale controllo anti assembramento sulle spiagge e per missioni finalizzate alla sicurezza della balneazione.

salvamento-bagnini-132463

La Società Nazionale di Salvamento ha elaborato inoltre un “Corso di Aggiornamento gratuito alla Normativa Covid-19 per Bagnini di Salvataggio SNS”.
Un corso che ha generato le necessarie competenze, che potranno essere utilizzate nelle attività di tutoraggio e vigilanza sulle spiagge e che consentiranno un eventuale interscambio di ruoli tra il Bagnino in postazione ed il Bagnino “tutor” sulla spiaggia.

Gli argomenti del corso erano: Batteri e Virus: Patologie indotte – Il Coronavirus e la Covid-19; Igiene delle persone e delle Aree di Balneazione; Prevenzione – Salvataggio – Soccorso; Norme – Lavoro – Volontariato; Coronavirus: la paura e la forza.