Altro cemento alla Costa Verde, attivisti Meetup avviano petizione popolare

Più informazioni su

Gli attivisti del meetup Montenero in MoVimento propongono una petizione contro la costruzione di altri appartamenti alla Costa Verde. In una nota Giuseppa Laezza, Silvano Cuculo, Maria Rosaria Masciulli, Giuseppe Colafato, Alessandra Caserio, Giuseppe Gatto, Carmela Perazzelli, Romano Giannetti, Roberto D’Ascanio e Francesco D’Aulerio tornano a reclamare “contro la cementificazione della zona a mare “Costa Verde” di Montenero di Bisaccia. Interpellati ed informati da numerosi cittadini – scrivono gli attivisti – ci opponiamo ancora una volta alle costruzioni che stanno nascendo a pochi metri dalla battigia, con scavi che interessano la sabbia e l’arenile, quale scempio urbanistico-ambientale consentito in questo lembo di terra. Nel mentre l’Amministrazione Comunale si affrettava ad esprimere stupore per l’ennesima bocciatura della “bandiera blu”, alla marina di Montenero continuano a spuntare come funghi fabbricati in cemento armato a pochi passi dalla riva”.

Gli esponenti del Meetup si chiedono “a chi giova tutto questo? Quali interessi si celano dietro tali decisioni? Per quali motivi è stato concesso dall’Amministrazione Comunale un aumento di oltre 10.000 metri cubi in più, con Delibera n.28 del 05.10.2012, rispetto a quanto stabilito dal Piano regolatore comunale, proprio in zona a mare? Per quale motivo le lottizzazioni approvate con Delibera n.55 del 17.12.2015, in prossimità della piazza centrale della Costa Verde, hanno consentito la realizzazione di edilizia residenziale a danno dell’uso turistico e commerciale? Per quali motivi a Montenero di Bisaccia non è possibile avere un trasparente piano spiaggia?”

Affermano quindi la volontà di “combattere con tutti gli strumenti di civiltà utilizzabili contro questo scempio, preannunciamo la promozione di una petizione popolare che blocchi questo ennesimo schiaffo da parte dell’amministrazione ai cittadini ed al popolo montenerese. Con l’augurio rinnovato che questa amministrazione comunale sia presto solo un deleterio ricordo per tutti i cittadini liberi e onesti”.

Più informazioni su