Vìolano divieto di spostamento tra regioni, maxi multa per 4 abruzzesi sorpresi in Molise

I Carabinieri di Isernia hanno sorpreso i ragazzi mentre girovagano nel capoluogo pentro e li hanno multati di 533 euro a testa

Uno degli ultimi obblighi previsti dal governo per limitare il propagarsi del covid-19, il divieto di spostamento tra le regioni, sarà in vigore fino al 3 giugno. Poi la circolazione nel Paese sarà consentita liberamente. Probabilmente lo avranno dimenticato o forse pensavano di non essere scoperti i quattro ragazzi che, partiti dall’Abruzzo dove sono residenti, ieri sera (25 maggio) sono stati sorpresi mentre girovagano tra le strade di Isernia. 

Ad un certo punto sono stati fermati da una pattuglia dei Carabinieri impegnata nel controllo del territorio.

Quell’auto che, secondo quanto si apprende dall’Arma, girovagava senza meta tra le vie di Isernia ha colpito l’attenzione dei carabinieri in servizio.

Ipotizzando che su quella vettura viaggiasse qualche malintenzionato in ricognizione, i militari hanno proceduto ad effettuare gli appositi controlli dai quali è emerso che i ragazzi, residenti in Abruzzo, forse annoiati della propria regione avevano deciso di fare un giro in Molise. Quindi, all’esito delle verifiche, è scattata la sanzione da 533,33 euro a testa come previsto per la violazione del decreto legge. Insomma la ‘passeggiata’ in auto è costata cara.

Nella stessa notte i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno fermato un giovane che con fare sospetto si aggirava in una via poco illuminata del centro storico. Nel corso del controllo è stato rinvenuto, tra gli effetti personali, un involucro di cellophane contenente cocaina che – la giustificazione del ragazzo ai carabinieri – ha acquistato per esclusivo uso personale . Dunque lui è stato segnalato alla locale Prefettura, mentre sono subito partite le indagini per identificare l’autore del reato di spaccio di sostanze stupefacenti.