Truffatori del web accedono sul conto corrente di un imprenditore e glielo svuotano, denunciati

L'ingente somma di denaro è stata illecitamente accreditata su tre diverse carte di credito, poi utilizzate dai due malviventi.  Questi soldi, infatti, sono stati spesi successivamente presso diversi punti bancomat e postamat in alcuni comuni dell’hinterland campano

Sgominata dai carabinieri di Ripalimosani una banda di abili truffatori campani che nel mese di ottobre scorso, con minuziosi e particolari artifizi informatici, sono riusciti ad accedere abusivamente sul conto corrente bancario di un noto imprenditore molisano, distraendo una ingente somma di denaro, che poi è stata illecitamente accreditata su tre diverse carte di credito utilizzate dai malviventi.

Queste somme, infatti, sono poi state spese con operazioni di prelievo eseguite in diversi punti bancomat e postamat situati  in comuni dell’hinterland campano.

La tempestiva azione dei carabinieri ha permesso di recuperare parzialmente le somme di denaro bloccate sulle carte di credito usate per commettere la frode, che quini sono state sequestrate e successivamente restituite al proprietario.

Durante l’attività di indagine, coordinata dalla Procura di Campobasso, sono state anche eseguite varie perquisizioni nell’hinterland napoletano e grazie anche all’esperto informatico della sezione operativa e all’ausilio dei carabinieri delle stazioni sono stati sequestrati oggetti e documentazione attinenti in modo incontrovertibile il reato continuato ed aggravato commesso ai danni dell’imprenditore da due soggetti: una 28enne di Frattaminore ed un 22enne di Casavatore, ambedue in provincia di Napoli, che sono quindi stati denunciati alla Procura per frode informatica aggravata in concorso e continuata.