Quantcast

Terapia anti-Covid a base di plasma: la Fratres contribuisce alla sperimentazione

Anche l’associazione di donatori di sangue Fratres, che ha una sede a Mirabello Sannitico (provincia di Campobasso), partecipa alla sperimentazione per l’utilizzo del plasma iperimmune sui pazienti contagiati da Covid19.

Le regioni coinvolte da tale terapia sperimentale sono Toscana, Marche, Lazio, Campania, Umbria e, insieme a loro, anche l’Ispettorato della Sanità Militare. Enti che già collaborano da anni in un consorzio interregionale denominato “Planet” per la lavorazione dei plasmaderivati. Infatti il plasma sarà anche diventato più “famoso” in questi giorni ma è da anni un prezioso emocomponente con il quale vengono realizzati medicinali ed effettuate terapie utili per la cura di svariate patologie.

Iniziative simili partiranno anche al Sud.

“Tanti sono stati i donatori dei Gruppi Fratres che hanno risposto al nostro appello e si sono messi a disposizione per la sperimentazione – sottolinea il Presidente Vincenzo Manzo – ed ovviamente non è possibile citarli tutti ma ringraziamo, attraverso la testimonianza che segue, ciascuno di loro che, dopo aver combattuto e sconfitto il virus, si è messo anche a disposizione del prossimo con l’animo generoso e solidale che contraddistingue chi dona: farsi parte attiva della tutela della salute altrui”.