Stop prestazioni sanitarie non urgenti, via libera a lavori in campagna e nei lidi: ordinanze prorogate

Ecco le novità previste nei provvedimenti prorogati dal presidente Toma che consente anche lo spostamento all’interno del territorio regionale per lo svolgimento delle attività di pesca e di caccia. Fino al 17 maggio è ancora sospesa l'assistenza sanitaria non urgente.

La prima notizia non farà piacere a coloro che necessitano di visite o altre prestazioni sanitarie non urgenti: il governatore Donato Toma ha prorogato in un’ordinanza la sospensione delle attività di assistenza sanitaria che “non rivestono carattere di urgenza e di indifferibilità” anche le prossime due settimane. Quindi niente visite all’Asrem nè potranno riprendere ad esempio le attività dei fisioterapisti che proprio a Primonumero avevano lanciato un appello alla Regione: l’ultimo decreto del governo le consente, a patto che le amministrazioni regionali provvedano a dettare le regole per la tutela della salute pubblica. Problema rinviato in Molise al prossimo 17 maggio.

Non solo le uniche novità previste nelle ordinanze prorogate dal presidente Toma agli sgoccioli del lockdown e a poche ore dall’inizio della fase 2 che inizierà domani, 4 maggio. Sarà possibile spostarsi per andare in campagna e accudire l’orto o gli animali, effettuare i lavori di manutenzione degli stabilimenti balneari. 

Inoltre sarà consentito raggiungere la località in cui si trova il proprio podere, se si trova sia all’interno del proprio Comune di residenza sia invece è necessario recarsi in un altro Comune, per svolgere attività agricole destinate all’autoconsumo familiare. Naturalmente bisognerà rispettare anche in questo caso una serie di condizioni: non si potrà andare in campagna più di una volta al giorno e gli spostamenti saranno consentiti “da massimo due componenti per nucleo familiare”.

Le attività da svolgere devono essere “limitate a quelle necessarie alla tutela delle produzioni vegetali e degli animali allevati, consistenti nelle minime, ma indispensabili, operazioni colturali che la stagione impone ovvero per accudire gli animali allevati”.

Toma consiglio regionale bilancio

Fino al 17 maggio inoltre potranno continuare i lavori di manutenzione, sistemazione, pulizia all’interno degli stabilimenti balneari che ancora non si sa a quali condizioni potranno riaprire questa estate. Inoltre, il provvedimento del governatore consente lo spostamento all’interno del territorio regionale per lo svolgimento delle attività di pesca e di caccia.