Le rubriche di Primonumero.it - L'Ospite

L’Ascensione di Gesù: Sono con voi

Più informazioni su

    di don Mario Colavita

     

    Quella dell’Ascensione di Gesù al cielo è una delle feste più importanti del calendario liturgico. È una festa di speranza, di vicinanza e di presenza.

    A leggere il testo di Matteo nel suo capitolo finale ci si rende conto che l’Ascensione (il salire di Gesù in cielo) conferma la sua presenza: “io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28,20).

    Per il credente l’Ascensione porta a termine la storia di Gesù in terra, però ne apre un’altra.

    In Cristo asceso al cielo, l’essere umano è entrato in modo nuovo nell’intimità di Dio.

    Il cielo (la parola non indica un luogo sopra le stelle, ma qualcosa di molto più ardito e sublime) indica Cristo stesso, la Persona divina che accoglie pienamente e per sempre l’umanità, Colui nel quale Dio e uomo sono per sempre inseparabilmente uniti.

    L’Ascensione diventa una presenza diversa di Cristo in mezzo a noi. Speranza e cielo diventano come un unico messaggio.

    La speranza è Cristo stesso, nostra speranza, e cielo è Dio, il suo amore, la sua misericordia, quindi ascensione riscalda il cuore e la mente alle promesse di Dio e alla sua presenza in mezzo a noi.

    Per l’evangelista Matteo l’Ascensione avviene in Galilea, terra ritenuta di serie B da giudei di Gerusalemme, terra dei pagani e miscuglio tra i popoli, terra bastarda; da quella regione, dove Gesù aveva predicato la sua morte e risurrezione, Gesù invita gli undici (è il numero che indica il nuovo Israele, non più 12) ad andare in tutto il mondo e annunciare la buona notizia.

    Gli undici videro Gesù risorto, si prostrarono e dubitarono. Di cosa dubitano? È il loro dubbio, sono le loro incertezze, è la loro umanità limitata.

    Siamo fatti così: limitati, dubbiosi, incerti per questo abbiamo bisogno della presenza di Gesù, abbiamo bisogno di speranza, di cielo, della Parola.

    In questo tempo di covid-19 la fede è provata da tante incertezze, difficoltà, incomprensioni, ma una certezza ci incoraggia: Gesù è con noi, sempre!

     

    Più informazioni su