La vittoria della vita sulla pandemia: il racconto di una neo-mamma ai tempi del Covid

Paola, infermiera al San Timoteo di Termoli, racconta come ha vissuto l'esperienza di diventare genitrice in tempi di pandemia. "Un grazie particolare a tutto il reparto di Ginecologia"

Un virus minaccia sì la vita umana, ma è ben lungi dal frenare il suo anelito a riprodursi. Paola, neo-mamma da qualche giorno, riflette sulla straordinaria esperienza che ha vissuto. Senza tralasciare le difficoltà di diventare genitrice con una pandemia in corso.

“Le nostre vite sono state stravolte dall’emergenza Coronavirus. Le notizie negative si sono susseguite per mesi e forse, troppo spesso, abbiamo dimenticato di prestare attenzione a quelle positive. A quelle notizie che più di altre ci possono dare tanta forza e speranza. Nascere ai tempi del Covid-19 è la vittoria della vita sulla pandemia.

Sono Paola, la mamma del piccolo Tommaso, nato il giorno 8 maggio al San Timoteo di Termoli e infermiera presso il reparto di chirurgia.

La mia esperienza di partorire in questo periodo, se da un lato mi ha regalato una gioia immensa e indescrivibile, dall’altra non è stata bellissima, soprattutto perchè mancava l’affetto fisico di mio marito e di tutta la mia famiglia e, in un momento come questo, un  grazie lo devo alla tecnologia e ai nostri smartphone.

reparto ostetricia ginecologia termoli

Nonostante ciò, in quella stanza di ospedale ho trovato tanta vicinanza da parte di tutto il personale medico, infermieristico, ausiliario ed ostetrico della UOC di ginecologia e del nido del San Timoteo di Termoli. Un grazie in particolare va al dottor Molinari che mi ha seguito durante tutta la gravidanza, alle ostetriche Maria e Carola e alla dottoressa Esposito che mi hanno seguito nella notte del mio parto.

Un particolare ringraziamento va a tutti i miei colleghi infermieri della chirurgia e ai medici che mi hanno dato supporto in questo momento così importante per me.

La forza della vita vince su ogni difficoltà!”

Più informazioni su