Il vice sindaco nomina il padre della Sindaca nuovo responsabile amministrativo. La minoranza: “Realtà oltre la fantasia”

Con un Decreto dello scorso febbraio viene conferito l’incarico di responsabile dell’area amministrativa a Nicola Lallitto, padre dell'attuale sindaca di Casacalenda. La denuncia del capogruppo dell'opposizione Marco Gagliardi

Il nuovo responsabile amministrativo del Comune di Casacalenda si chiama Nicola Lallitto e il suo non è un caso di omonimia con la sindaca del paese, Sabrina Lallitto. È infatti il padre, nominato per decreto. Non dal sindaco, come è prassi, ma dal vice sindaco. Un escamotage per evitare un palese conflitto di interesse, che però non cancella l’inopportunità della scelta, secondo la denuncia pubblica presentata dall’ex primo cittadino e attuale capogruppo di minoranza, Marco Gagliardi.

La storia in realtà risale a qualche mese fa ma viene allo scoperto solo oggi, proprio nel giorno in cui ricorre il primo anniversario dell’elezione di Sabrina Lallitto, giovane Sindaka, come ama farsi chiamare richiamando l’iniziale di Kalena, antico nome di Casacalenda.

Vuoi per l’emergenza sanitaria che ha travolto la quotidianità negli ultimi due mesi e mezzo, vuoi per una punta di veleno che la minoranza ha probabilmente voluto aggiungere alla vicenda con questa coincidenza cronologica, ecco che quell’anniversario viene un po’ rovinato dalla polemica.

“Il Sindaco di Casacalenda Sabrina Lallitto fa conferire, dal suo Vicesindaco Piero Tozzi privo di deleghe, l’incarico di responsabile dell’area amministrativa al padre Nicola Lallitto, dipendente comunale, attribuendogli un incremento di stipendio annuale di 5mila euro”. Solo per dovere di precisione, la retribuzione prevista per l’incarico è di 4775 euro netti su tredici mensilità. L’incarico sarà valido sino al 31 gennaio 2023, come si legge nell’atto qui consultabile, un decreto che porta la firma di Piero Tozzi, il vice sindaco.

IL DECRETO DI NOMINA RESPONSABILE SERVIZIO AMMINISTRATIVO DI CASACALENDA

Su questo punto vale la pena sottolineare che è piuttosto insolito che un decreto venga firmato dal vice sindaco e non dal sindaco in persona.

Ma ecco quanto denuncia Marco Gagliardi riguardo alla mossa dell’Amministrazione comunale guidata da Sabrina Lallitto: “Così il Viceré, ignaro di tutto o fido complice non lo sapremo mai, firma un atto (Decreto n. 5 del 17.02.2020) con il quale attribuisce la Responsabilità dell’Area Amministrativa al papà della Sindaca, gli attribuisce circa 5 mila euro di stipendio in più all’anno fino al 31 gennaio del 2023 e gli consente di gestire tutti i fondi che il Bilancio comunale gli mette a disposizione”.

marco gagliardi casacalenda

Gagliardi non risparmia frecciate alla sindaca. “Le due ciliegine sulla torta del provvedimento, però, sono rappresentate dai pareri tecnico-amministrativo e contabile che, obbligatoriamente, devono precedere e supportare l’atto. Il primo apposto dal Vice Sindaco (che non ne aveva titolo) ed il secondo dalla nostra Sindaca (figlia dell’interessato) in qualità di responsabile dell’Area Finanziaria. Quando la realtà supera di gran lunga la fantasia”.

Qualche giorno dopo la pubblicazione dell’atto, ci accorgiamo che qualcosa non funziona e chiediamo lumi al Segretario comunale palesando i dubbi e, comunque, chiediamo formale parere sulla legittimità dell’atto. Da lì a poco il Coronavirus ci ha travolti e chiusi in casa e, per questo, siamo ancora in attesa di una spiegazione”. Come detto il caso era emerso a febbraio e dopo tre mesi senza risposte, ora la minoranza chiede conto alla sindaca.