Il contagio rallenta, +2 positivi su 235 tamponi. 130 i guariti, ma salgono i ricoveri in Terapia Intensiva

Due casi in più oggi 14 maggio: il contagio frena, il cluster rom di Campobasso sembra essersi fermato anche se il Molise resta unica regione ancora in controtendenza per l'indice di contagio. Il numero dei tamponi processati sfonda quota 10mila, aumentano anche i guariti. Le NEWS COVID della giornata

TAMPONI, SUPERATA QUOTA 10100. OGGI 235 TEST, SOLO 2 POSITIVI

Il Molise tira un piccolo sospiro di sollievo. Dopo i due contagi registrati questa mattina, sono tutti negativi i 79 tamponi eseguiti nel pomeriggio di oggi, 14 maggio dall’Azienda sanitaria regionale per accertare eventuali nuovi casi di infezione da covid-19. Complessivamente nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 235 test orofaringei che hanno superato le 10mila unità.
C’è un’altra buona notizia: due persone sono state dichiarate ufficialmente guarite, hanno battuto finalmente il temibile virus. Si tratta di un malato di Campobasso e uno di Isernia.
Al tempo stesso si sono purtroppo aggravate le condizioni di uno dei rom ricoverato nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Cardarelli: oggi pomeriggio è stato trasferito in terapia Intensiva. Sono due, al momento, i pazienti ricoverati in Terapia Intensiva.

86 rom positivi in una settimana. Impennata nei primi 3 giorni, poi il rallentamento

Questo il bollettino dell’Asrem di oggi 14 maggio
– 227 i casi attualmente positivi (189 nella provincia di Campobasso, 33 in quella di Isernia e 5 di altre regioni)
– 403 sono i tamponi positivi (327 nella provincia di Campobasso, 57 in quella di Isernia e 19 di altre regioni)
– 10131 i tamponi eseguiti di cui 9728 negativi
– All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 11: di questi 9 sono in Malattie Infettive (6 della provincia di Campobasso, 3 di quella di Isernia), 2 in Terapia Intensiva (provincia di Campobasso)
– Sono 240 i pazienti in isolamento domiciliare (217) o dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici e clinicamente guariti (23)
– 130 i pazienti dichiarati ufficialmente guariti (99 della provincia di Campobasso, 19 di quella di Isernia e 12 di altre regioni)
– i pazienti positivi ricoverati al Neuromed, struttura privata accreditata di Pozzilli, sono tutti guariti
– 22 i pazienti deceduti con Coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 4 di quella di Isernia e 2 di altra regione)
– 282 le visite domiciliari effettuate dalle Usca (158 Bojano, 29 Larino e 95 Venafro)
– 437 i soggetti in isolamento e 6 quelli in sorveglianza

Il MOLISE DEI PICCOLI NUMERI RESTA UNICA REGIONE ANCORA IN CONTROTENDENZA NAZIONALE

L’R0 schizza a 1.57, è il peggiore d’Italia. Molise unica regione in cui il contagio cresce

 

Ad una settimana esatta dal primo caso accertato di infezione da covid-19, quando una giovane donna è stata ricoverata all’ospedale Cardarelli, il cluster della comunità continua ad espandersi: un’altra persona è risultata positiva al virus in base all’esito del tampone che l’Azienda sanitaria regionale sta svolgendo all’interno della comunità campobassana, da giorni sotto la lente delle autorità sanitarie e politiche a causa del boom di contagi favorito quasi sicuramente anche dall’ormai ‘famoso’ rito funebre celebrato lo scorso 30 aprile. Inoltre si sono aggravate le condizioni di salute di un altro componente della comunità rom che è stato ricoverato nel reparto di Malattie Infettive del nosocomio di contrada Tappino.

Il rom non è l’unico positivo registrato questa mattina, 13 maggio, all’esito dei test molecolari: un altro cittadino del capoluogo ha contratto il virus. A Campobasso sale quindi a 126 il numero dei casi di coronavirus. Un numero che preoccupa dal momento che fra quattro giorni, il prossimo 18 maggio, in città (come nel resto d’Italia) riapriranno numerose attività commerciali.

Dunque sono stati accertati due casi in più al termine degli accertamenti sanitari e dopo i tamponi che oggi – 14 maggio – hanno superato le 10mila unità.

QUESTA LA MAPPA AGGIORNATA DEL CONTAGIO (ATTUALE) IN MOLISE

CAMPOBASSO 125 – TERMOLI 16 – CERCEMAGGIORE 10 – BELMONTE DEL SANNIO 10 – AGNONE 8 – BARANELLO 6 – ISERNIA 5 – POGGIO SANNITA 5 – RICCIA 5 – MONTENERO DI BISACCIA 3 – CAMPOLIETO 3 – CAMPOCHIARO 2 – FERRAZZANO 2 – CAROVILLI 2 – MONTAGANO 2 – BOJANO 2 – CASTELPETROSO 1 – RIPALIMOSANI 1 – VINCHIATURO 1 – SCAPOLI 1 – JELSI 1 – SANTA CROCE DI MAGLIANO 1 – SAN GIULIANO DEL SANNIO 1 – CAMPOMARINO 1 – VENAFRO 1 – LARINO 1 – TORO 1 – SAN GIOVANNI IN GALDO 1 – PORTOCANNONE 1

 

OSPEDALE SAN TIMOTEO, RIPRISTINATO L’ORDINE ALL’INGRESSO

cancello san timoteo numeretto

Intanto al San Timoteo, il nosocomio termolese, è stato ripristinato l’ordine per entrare – con apposito numeretto per disciplinare la fila – dopo che nei giorni scorsi si erano verificati episodi di vero e proprio assembramento.

Assembramento al San Timoteo: addio distanziamento, gente ammassata per poter entrare