I malavitosi, le piazze di spaccio, i “tossici assaggiatori”. Coinvolti anche ex assessore cocainomane e poliziotto in pensione

La più importante operazione della Procura di Campobasso degli ultimi anni mette in luce uno scenario inquietante di metodi mafiosi, violenza e infiltrazioni criminali tra Bojano e Campobasso. Stroncati tre clan, uno dei quali capitanato da un napoletano “di elevata caratura criminale”, affiliato a un clan di camorra. Tra i 57 indagati anche un ex assessore di Bojano accusato di favoreggiamento e un ex poliziotto di Napoli in pensione, ora agli arresti domiciliari. Particolarmente ripugnante l’impiego di un tossicodipendente assaggiatore della droga, che in un’occasione ha rischiato una overdose: il capo del sodalizio era pronto a gettarlo in un fosso, come emerge dalle intercettazioni.