Aspetta il corriere col pacco e arrivano i poliziotti: 50enne campobassano accusato di riciclaggio

La Polizia Postale e delle Comunicazioni di Campobasso ha denunciato per il reato di riciclaggio un 50 enne del capoluogo.

Tutto è partito dalla denuncia per frode on-line, sporta da un cittadino del Veneto, il quale si è accorto che – attraverso la propria carta di credito – erano stati acquistati da ignoti truffatori, diversi prodotti di elettronica. Immediate le indagini svolte dai poliziotti che sapendo fosse vicina la data di consegna del pacco acquistato proprio attraverso l’utilizzo illecito della carta di credito, hanno predisposto un servizio di appostamento.

La trappola è scattata nella mattinata di sabato scorso, quando all’appuntamento con il corriere si sono presentati alcuni poliziotti in borghese che hanno sorpreso il truffatore mentre ritirava il pacco, immediatamente sequestrato insieme con un ulteriore involucro, già ritirato. Il valore complessivo è di 1.400 euro.

Secondo quanto ricostruito dalla Polizia Postale si tratta di un’attività illecita ben strutturata: la merce, dopo essere stata acquistata con la tecnica truffaldina del cosiddetto ‘phishing’, viene inviata ad altre persone trovate in Rete proprio a questo scopo. Sono queste persone che dopo aver ricevuto la merce la rispediscono a un nuovo indirizzo concordato per rendere difficoltosa l’identificazione della rete criminale.

Sono in corso ulteriori accertamenti per identificare possibili altri responsabili.