Annuario (Fratelli d’Italia) accusa il sindaco: “Situazione covid gestita con leggerezza”

Il consigliere comunale interviene sui tanti contagi registrati negli ultimi giorni nella comunità rom: “Per settimane ha inviato video rassicurando tutti che a Campobasso tutto stava procedendo per il verso giusto. Ma la superficialità con cui è stata trattata la questione del rito funebre lo scorso 30 aprile è stata fatale all’intera città”.

Sulla situazione dei molti rom positivi a Campobasso, Fratelli d’Italia va giù duro: “E’ grave. Una disattenzione, se così vogliamo chiamarla, che potrebbe costare cara a tutti i cittadini che, per due mesi, hanno rispettato le regole e sono rimasti chiusi a casa con tutte le difficoltà del caso” accusa il capogruppo di Fratelli d’Italia a Palazzo San Giorgio, Mario Annuario.

 

Per l’esponente di centrodestra il sindaco Gravina “deve assumersi le sue responsabilità a causa della leggerezza con cui, a mio avviso, è stata gestita tutta la situazione. Per settimane ha inviato video a tutta la città, rassicurando tutti che a Campobasso tutto stava procedendo per il verso giusto. Ma la superficialità con cui è stata trattata la questione del rito funebre lo scorso 30 aprile è stata fatale all’intera città”.

 

Per Annuario “oggi non bastano le scuse del primo cittadino. In questi due lunghi mesi abbiamo chiesto a Gravina di allargare la base operativa per la gestione dell’emergenza, al fine di mettere a disposizione della città e dei campobassani più professionalità e, dunque, più forza per affrontare l’emergenza Covid-19”.

 

Il timore è che ora le riaperture possano slittare: “Il mio pensiero va oggi a tutti i commercianti e agli imprenditori che hanno, giustamente, paura. Timore di non poter riaprire il 18 maggio, quando, con molta probabilità, in tutta Italia si ricomincerà a vivere. A Campobasso, invece, dovremo vivere col timore dei tantissimi contagi, peraltro evitabilissimi. Per questo motivo, nell’aula di Palazzo San Giorgio non faremo sconti alla maggioranza pentastellata. Vogliamo conoscere la verità di quanto successo e il centrodestra la chiederà in aula a gran voce. Restiamo vicini ai commercianti e agli imprenditori, a cui auguriamo una pronta ripresa delle proprie attività. Loro sono il cuore della città e tutti gli sforzi, ora, dovranno andare a loro”.