Ulivo, arance e mascherine ai cittadini: “Segno di speranza” per la Settimana Santa

L'iniziativa del Comune di Vastogirardi. Oggi inizierà la distribuzione che verrà effettuata dai volontari dell’associazione onlus “Io ci sono”

Inizierà oggi, Domenica delle Palme, la distribuzione di ramoscelli di ulivo, arance e mascherine chirurgiche per proteggersi dal covid-19. L’amministrazione comunale di Vastogirardi ha voluto dare un segno di “solidarietà e speranza” alla comunità lasciando sull’uscio delle abitazioni un ramoscello di ulivo benedetto, una confezione di arance da 2 chilogrammi e una busta contenente una mascherina chirurgica, lavabile, oltre ad un cartoncino per rimarcare il rispetto delle misure igienico sanitarie in base a quanto stabilito dal decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dello scorso 4 marzo.

“La Pasqua è ormai vicina – riferiscono dal Comune altomolisano – e quest’anno sarà una Pasqua insolita. Anche i riti della Settimana Santa, di più antica tradizione, si sono dovuti adattare alle esigenze imposte dal coronavirus, partendo dalla benedizione del ramoscello d’ulivo della Domenica delle Palme”.

La distribuzione verrà effettuata dai volontari dell’associazione onlus “Io ci sono” di Vastogirardi, coordinati per la consegna dalla presidente Annina Andreina Scocchera.

I volontari saranno muniti di dispositivi di protezione individuali (mascherina e guanti), non avranno contatto con i cittadini e qualora ciò avvenisse dovranno rispettare la dovuta distanza di almeno 1 metro.

I ramoscelli di ulivo sono stati benedetti dal parroco di Vastogirardi, don Paolo Conti, nel Municipio.

“La scelta per le arance – afferma il sindaco Luigino Rosato che ha svolto la professione di medico – è scaturita dal fatto che nel territorio comunale non ci sono esercizi ortofrutticoli e le arance, con la loro spremuta, confortano il corpo e metaforicamente lo spirito e l’animo”.

In questo modo “l’Amministrazione comunale di Vastogirardi augura la Buona Pasqua alla cittadinanza, con un segno di solidarietà e di speranza”.

(foto pagina Fb Comune di Vastogirardi)