Ufficiale il rinvio delle elezioni: 20 Comuni molisani al voto in autunno

Sono state ufficialmente rinviate le elezioni amministrative e quelle regionali che avrebbero dovuto tenersi nella primavera 2020. Il governo lo ha deciso durante il Consiglio dei ministri che si è tenuto oggi, lunedì 20 aprile, in considerazione dell’epidemia da coronavirus che ha fortemente colpito il nostro Paese.

È stato quindi deciso che per quanto riguarda i Consigli comunali da rinnovare entro il 2020, il turno annuale ordinario delle elezioni si terrà in una domenica compresa fra il 15 settembre e il 15 dicembre prossimi. Questo termine vale anche per i Comuni i cui organi devono essere rinnovati per motivi diversi dalla scadenza del mandato se queste condizioni che rendono necessarie le elezioni si verificano entro il 27 luglio 2020. In Molise è il caso di Agnone e Santa Maria del Molise, dove i rispettivi consigli comunali sono decaduti da poche settimane.

Per quanto concerne il Molise sono 18 i paesi chiamati al rinnovo naturale dei Consigli comunali. Sette di questi si trovano in provincia di Campobasso e sono Bojano (commissariata da agosto 2019), Bonefro, Casalciprano, Cercepiccola, Lupara, Montenero di Bisaccia, Pietracatella, Pietracupa, Provvidenti, Roccavivara e San Giuliano del Sannio. In provincia di Isernia invece Conca Casale, Montenero Val Cocchiara, Poggio Sannita, Pozzilli, Roccasicura, Sant’Angelo Del Pesco e Sesto Campano. A questi, come detto, bisogna aggiungere Agnone e Santa Maria del Molise.

Chiaramente i sindaci restano in carica per questo periodo di proroga, mentre nei paesi dove è decaduto il sindaco, resteranno ancora i commissari prefettizi per qualche mese.

Le elezioni regionali di sette diverse regioni sono state anch’esse rinviate, ma al momento non è stato deciso quando si voterà e se le elezioni saranno accorpate, né se si voterà lo stesso giorno anche per il referendum sul taglio dei parlamentari.