Quantcast

Spiagge, primo via libera. Balneatori potranno fare lavori in vista dell’estate

Accolte le richieste dei balneatori: sì ai lavori negli stabilimenti e nelle concessioni demaniali marittime, natualmente con le precauzioni anti-covid del caso. Il Presidente della Regione ha emanato l'ordinanza

Sono state recepite e accolte le richieste dei balneatori molisani che chiedevano il ‘pass’ per dare il via ai lavori nei propri stabilimenti, in vista di quella che sarà la prossima stagione sulle spiagge. Una stagione estiva ancora piena di incognite, in cui non sono mancate proposte che a più di qualcuno hanno fatto storcere il naso.

Recinti di plexiglass sulla spiaggia? Una provocazione. Gli imprenditori del mare vagliano soluzioni possibili

Con apposita ordinanza regionale (la n. 22 del 17 aprile) che ha validità fino al 3 maggio, il Governatore Donato Toma ha disciplinato la questione.

In sostanza negli stabilimenti balneari e nelle concessioni demaniali marittime si potranno svolgere, con le dovute precauzioni del caso, i lavori di manutenzione, pulizia, sistemazione e allestimento delle spiagge, insomma tutto ciò che serve per farsi trovare pronti per l’inizio dell’estate.

Così si legge nell’ordinanza: “Con riferimento agli stabilimenti balneari e alle concessioni demaniali marittime è ammesso, previa comunicazione al Prefetto, l’accesso da parte dei titolari, di personale dipendente o terzi delegati esclusivamente per lo svolgimento di interventi di manutenzione, sistemazione, pulizia, installazioni e allestimenti delle spiagge, senza esecuzione di modifiche o nuove opere, purché gli stessi siano svolti all’interno dell’area in concessione, nel rispetto delle seguenti ulteriori prescrizioni”.

Naturalmente vanno rispettate tutte le regole volte alla prevenzione del contagio: “È fatto obbligo di adottare ogni misura di contrasto e contenimento della diffusione del contagio negli ambienti di lavoro; l’accesso è consentito esclusivamente dalle ore 6 alle ore 20, fatta salva nelle restanti ore la sola facoltà di svolgere attività di vigilanza”.

Gli stessi sindaci dei 4 comuni rivieraschi del Molise si erano fatti portavoce dei balneatori e avevano chiesto a gran voce un intervento di sostegno da parte della Regione per un settore che rischia di essere duramente colpito per via dell’epidemia in atto e di pagarne un conto salato.

I sindaci della costa: “Stop canoni demaniali, Regione intervenga”

L’ordinanza è dettata dunque dall’esigenza, da parte degli operatori del settore, di avviare tempestivamente i lavori di sistemazione e di allestimento delle spiagge e degli stabilimenti, in vista dell’inizio della stagione balneare, a garanzia dunque della ripresa dell’operatività di un settore strategico per l’economia della regione.

Manutenzione da subito negli stabilimenti e canoni demaniali sospesi: richieste M5S per i balneatori

Si erano fatte pressanti le richieste degli operatori del settore e anche il consigliere regionale M5S Valerio Fontana si era fatto portavoce delle loro istanze, chiedendo appunto una apposita ordinanza.

Qui il testo completo.