Si fingono dell’agenzia funebre Paolucci e chiedono soldi, ma è una truffa

Più informazioni su

Da stamattina, 1 aprile, in alcune case di Termoli si sono presentate due persone sedicenti impiegati dell’agenzia funebre Paolucci che chiedono soldi con l’inganno. “E’ una truffa”, si difende costernato il titolare dell’agenzia di via Montecarlo.

Da stamane il suo telefono squilla a più non posso per via di persone infuriate per l’accaduto. Il titolare, Giulio, ci spiega che non si tratta affatto di una iniziativa della sua agenzia. “Dai racconti finora è emerso che due persone si presentano a casa di alcuni soggetti chiedendo il riscatto di un loculo precedentemente traslato”. Si rivolgono dunque a persone ‘mirate’, che nei mesi precedenti hanno fatto per i propri cari defunti la traslazione del loculo da un posto ad un altro nel cimitero di Termoli. Chiedono una somma non meglio specificata, ma è una truffa.

Alcuni, insospettiti, non hanno aperto le proprie porte. Ma ci sono altri che si sono visti “prepotentemente” entrare in casa due sconosciuti.

L’invito è a fare attenzione. Si ribadisce che l’agenzia Paolucci non ha assolutamente autorizzato tale operazione.

Più informazioni su