Restrizioni confermate fino a Pasquetta, l’annuncio del Ministro della Salute

Più informazioni su

Tutte le restrizioni pensate contro il diffondersi del nuovo coronavirus saranno confermate almeno fino a Pasquetta. Lo ha riferito questa mattina in Senato il Ministro della Salute Roberto Speranza.

Quindi almeno fino al 13 aprile resteranno chiuse le fabbriche e sarà vietato uscire a meno che non ci siano comprovate ragioni di necessità, salute o lavoro (per le poche categorie abilitate a lavorare).

Che si andasse verso una proroga delle attuali restrizioni che scadono il 3 aprile era ormai chiaro. Non è detto però che il 13 aprile sia la data ultima, anzi appare probabile che possano avvenire delle aperture a scaglioni.

“I dati migliorano ma sarebbe un errore cadere in facili ottimismi. L’allarme non è cessato e per questo è importante mantenere fino al 13 aprile tutte le misure di limitazioni economiche e sociali e degli spostamenti individuali” ha detto Speranza a Palazzo Madama.

“Gli italiani hanno dato una grandissima prova di maturità. Gli esperti dicono che siamo sulla strada giusta, e che le misure drastiche adottate iniziano a dare risultati. Ma sarebbe un errore imperdonabile scambiare questo primo risultato per una sconfitta definitiva del covid, è una battaglia lunga, e non dobbiamo abbassare la guardia” ha aggiunto.

Poi sulla fine delle restrizioni è stato cauto. “La ripresa sarà prudente e graduale”.

Più informazioni su