Proposta del Mam: “Protezione civile acquisti prodotti agricoli invenduti per darli a chi ha bisogno”

Far acquistare i prodotti invenduti dalla Protezione civile per consegnarlo a famiglie in difficoltà, case di riposo e mense Caritas. La proposta arriva dal Movimento agricolo molisano che torna a chiedere alla Regione Molise aiuti per il settore dell’Agricoltura, particolarmente colpita dal coronavirus dopo un inverno di siccità.

“Abbiamo già esposto le difficoltà che le imprese agricole stanno subendo in questo periodo, molti raccolti di orticole, latte, agnelli e altri prodotti non vengono venduti. L’appello rivolto alla regione, ad oggi, non è stato preso neanche in considerazione” scrive il segretario regionale Domenico Zeoli.

“Gli agricoltori non possono far marcire i prodotti in campo o non vendere latte, carne, olio. Si perde tutto il capitale anticipato per produrlo e la mancanza di liquidità non permette di iniziare le prossime produzioni”.

Il movimento agricolo molisano lancia quindi la sua proposta ponendola all’attenzione del governo nazionale e regionale: “Acquistare il prodotto invenduto ad un prezzo accettabile e consegnarlo alla protezione civile per distribuirlo a famiglie in difficoltà, case di riposo, mense della Caritas”.

Il Mam propone inoltre di “concedere prestiti alle aziende, senza interessi e senza garanzie da parte delle aziende e pagare tutte le spettanze pregresse alle aziende (PAC, biologico, integrato, danni da cinghiali). Il movimento agricolo molisano si aspetta come minimo una risposta dalla regione e dall’assessorato all’Agricoltura e vista la gravità e l’urgenza, si auspica di intervenire celermente”.