Le rubriche di Primonumero.it - Fantapoesie

Pianeta Tempra

Più informazioni su

    di Alessio Toto

     

    Questa è una storia vera, di uomini nati con la pace in testa e il fuoco nel cuore, interpretata dalla Ute 201 Trattamento Termico presso lo stabilimento FCA di Termoli(Cb). C’è chi è stato solo di passaggio come una cometa, chi, ahimè, come meteoriti, sono andati via troppo presto lasciando scie luminose che percepiamo ogni giorno, e chi è ritornato, come un asteroide o semplicemente seguendo la parabola del figliol prodigo. In fondo è il mio posto di lavoro(dico mio, perchè ormai è come se fosse una seconda casa, e non si paga nemmeno l’imu!).

    Non parlo per megalomania, ma, a detta di tutti, è il pianeta più importante e strategico dell’intera galassia cambi, lo vedi ad occhio nudo senza cannocchiale, se smette un attimo di orbitare, i satelliti lavorazione e montaggio avranno conseguenze fatali. Approfitto della pausa mensa per immaginare un tour virtuale dall’alto, con la mia navicella spaziale sorvolo la Ute, immediatamente noto degli astronauti, sono i preposti e il tecnologo, la loro affidabilità, esperienza e professionalità sono garanzie che non avranno mai eclissi.

    Non faccio in tempo a voltarmi, ed ecco che la vista è accecata da un bagliore, sono stelle o meglio gli angeli operatori del trattamento termico, vigilano i forni industriali metallurgici, qui l’ingranaggio subisce variazioni di temperatura per ottenere determinate proprietà. Un tuffo al cuore mi sovviene nello scorgere la mia zona pallinatura, qui il sole c’è continuamente e non tramonta mai, questa lavorazione indurisce i denti dell’ingranaggio, come presenza non riempiamo il palmo della mano e mi verrebbe da cantare: “Siamo solo noi”, visto che è la zona a maggior distanziamento sociale. Se qui la fa da padrone il sole, il lato opposto è governato dalla luna con le sue diverse fasi lunari, infatti ci sono i cugini granigliatori, dove l’ingranaggio viene ripulito del materiale in eccesso, un addetto forno, chi laserizza coroncine sui pezzi, manutentori pronti a intervenire per qualsiasi avaria, un box controllo qualità dove la ruota dentata viene sezionata a mo di allegro chirurgo. Non faccio in tempo a pensare che siamo di un altro pianeta, quando il suono della campanella mi avvisa del fine intervallo, parcheggio la navicella spaziale e ritorno a lavorare. Da chi vi vuole bene.

    (Alessio Toto …Tra un motore e un cambio mi sono laureato in Sociologia e, scrivo poesie con lo scopo di arrivare al vostro cuore…)

    Più informazioni su