Nuovo cluster ad Agnone, infettati 23 tra anziani e operatori del residence Tavola Osca

I timori delle autorità sanitarie in relazione a possibili contagi fra le strutture che ospitano gli anziani in Molise hanno trovato purtroppo conferma con i risultati dei tamponi processati durante la notte al Cardarelli e relativi in modo particolare alla seconda struttura di Agnone che ospita anziani.

Nel residence Tavola Osca qualche giorno fa si era verificato il primo caso ma i tamponi, 16 per la precisione, avevano dato tutti esito negativo. Oggi nella struttura gestita da un imprenditore che da sempre lavora nel ramo della sanità, c’è stata una escalation di casi positivi. Complessivamente 23 tra anziani, familiari e operatori, nonché addetti alle pulizie che peraltro, secondo quanto si apprende, gestiscono l’igiene anche di altre strutture.

Tavola Osca è un residence di recente costruzione, una struttura abbastanza innovativa che ospita anziani che hanno anche bisogno di riabilitazione. Qui, come i tamponi hanno confermato, si registra un nuovo cluster, probabilmente di importazione. Non si può escludere infatti che il contagio sia stato portato all’interno della casa di riposo proprio da qualcuno degli operatori e addetti alle pulizie che frequenta anche altri luoghi.

Per il momento è una situazione critica che si sta cercando di tenere sotto controllo prima di tutto con la separazione tra positivi sintomatici e positivi asintomatici, quindi con la divisione dei pazienti risultati negativi che dovrebbero essere trasferiti nelle prossime ore in uno degli ospedali parzialmente dismessi della regione.

Si tratta, per per l’appunto, di un focolaio nuovo che potrebbe ora spingere il governatore della Regione Donato Toma a inserire anche Agnione tra le zone rosse, dopo Riccia, Montenero di Bisaccia, Pozzilli, Venafro e Termoli, quest’ultima trasformata in una zona rossa atipica solo con obbligo di mascherina per chi entra ed esce dal comune. Nelle prossime ore Toma dovrebbe firmare l’ordinanza, dopo una valutazione complessiva della situazione con l’unità di crisi che stasera si riunirà come di consueto.