Non si ferma all’alt e si schianta contro un muro: 28enne arrestato

Invece di fermarsi all’alt dei Carabinieri per un controllo relativo alle restrizioni dovute all’epidemia da coronavirus, ha tirato dritto e ha accelerato con la propria auto ma ha subito perso il controllo del mezzo andandosi a schiantare contro il muro di una scuola materna.

È successo nei giorni scorsi a San Martino in Pensilis, protagonista un ventottenne albanese che è finito in manette con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Erano circa le 22:30 quando i carabinieri del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Larino stavano facendo un posto di blocco a San Martino in Pensilis.

Hanno alzato la paletta per fermare un’auto di media cilindrata che stava arrivando ma il conducente, invece di accostare, ha proseguito la sua corsa a velocità molto elevata per evitare di essere controllato. Ha quindi percorso alcuni chilometri con guida spericolata e mettendo in pericolo persino gli altri automobilisti ma è uscito fuori strada schiantandosi contro un muretto.

A quel punto è stato raggiunto dai carabinieri ed è stato identificato. È scattata automatica una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale nonché la multa per guida senza patente e per non aver rispettato le prescrizioni imposte dai decreti ministeriali che obbligano le persone uscire soltanto per comprovate ragioni di necessità.

La Procura della Repubblica di Larino ha ricevuto gli atti dai carabinieri e ha chiesto e ottenuto dal giudice per le indagini preliminari del tribunale una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti del ventottenne, che peraltro ha già precedenti penali. Nelle prime ore di oggi i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Larino hanno raggiunto l’abitazione dell’albanese e hanno notificato al giovane l’ordinanza di arresti domiciliari.