Molise, zero contagi in 24 ore: unica regione in controtendenza. Evacuata casa riposo Agnone – I NUMERI – L’EMERGENZA

Sono 1632 tamponi processati e i casi di Covid restano fermi a 222. Un dato che infonde speranza dopo l'impennata dei giorni scorsi. I timori persistono per la situazione delle case di riposo e degli anziani positivi. Lunedì 6 aprile: la diretta di Primonumero.it sull'emergenza epidemiologica da coronavirus in Molise. Fatti, numeri, dati e dichiarazioni

ORE 21 – EVACUATA LA CASA DI RIPOSO DI AGNONE

Al termine di una giornata  problematica, che ha registrato seri rischi di abbandono per gli anziani della casa di riposo di Agnone, Asrem e Protezione civile hanno evacuato la struttura, trasferendo gli ospiti all’ ospedale Santissimo Rosario di Venafro, come concordato nel corso del pomeriggio e riconfermato in serata durante l’unità di crisi. Il nosocomio di Venafro ospita al momento gli anziani positivi di Agnone e Cercemaggiore, che in prima istanza erano stati trasferiti a Larino. Le operazioni si stanno svolgendo con l’ausilio di mezzi di soccorso e ambulanze, oltre che di personale sanitario e di Protezione Civile.

 

 

 

 

ZERO NUOVI POSITIVI IN 24 ORE SU 75 TAMPONI PROCESSATI

MOLISE TIRA SOSPIRO DI SOLLIEVO DOPO LA DOMENICA DRAMMATICA DEL 5 APRILE

A fronte di incrementi più o meno consistenti in tutte le regioni italiane, il Molise si posiziona oggi, 6 aprile, in fondo alla classifica dei nuovi casi da Covid-19 con zero contagi. Nelle ultime 24 ore, rispetto a ieri sera (al termine di una giornata drammatica che ha registrato due decessi e una impennata di nuovi casi all’interno di case per anziani), non si registrano ulteriori positività malgrado siano stati processati altri 75 tamponi mirati, come ha precisato il direttore generale Asrem Oreste Florenzano, cioè prelievi fatti su persone a rischio, con contatti stretti e diretti con pazienti infetti.

Non solo questa mattina, ma anche il dato del pomeriggio conferma un trend in controtendenza che fa tirare per il momento un sospiro di sollievo. Nessun positivo tra i 23 nuovi test molecolari effettuati nel corso del pomeriggio dal laboratorio del Cardarelli. Resta pertanto stabile il dato della nostra regione, anche se chiaramente è suscettibile di variazioni perché i tamponi si processano a ritmi serrati e anche in queste ore se ne stanno analizzando altri. Per il momento però una buona notizia, che segna anche un inedito rispetto all’andamento delle ultime settimane che ha registrato un lento ma graduale aumento dei contagiati nella nostra regione.

L’attenzione è concentrata però sulle case di riposo, due delle quali hanno fatto emergere importanti cluster, come quello di Cercemaggiore prima e di Agnone poi. Altri tamponi su pazienti ospiti di strutture-ricoveri sono in lista d’attesa.

mappa asrem 6 aprile

La mappa epidemiologica resta pertanto la stessa, con Campobasso in testa con 63 casi, seguito da Cercemaggiore, Termoli, Agnone, Montenero di Bisaccia. Sono 14 i comuni molisani con un solo caso di contagio.

CAMPOBASSO 63 – CERCEMAGGIORE 27 – TERMOLI 25 – AGNONE 23 – MONTENERO DI BISACCIA 11 – RICCIA 7 – ISERNIA 7 – BARANELLO 7 – POZZILLI 5 – FILIGNANO 4 – VENAFRO 4 – CAMPOCHIARO 3 – MONTAGANO 3 – BOJANO 2 – RIPALIMOSANI 2 – URURI 2 – MIRABELLO SANNITICO 2 – TORO 2 – PETACCIATO 2 – ROCCAMANDOLFI 1 – CASTELPETROSO 1 – FORLI’ DEL SANNIO 1 – SCAPOLI 2 – CAMPOMARINO 1 – CASTROPIGNANO 1 – PETRELLA TIFERNINA 1 – MONTERODUNI 1 – FERRAZZANO 1 – JELSI 1 – SANTA CROCE DI MAGLIANO 1 – SAN GIULIANO DEL SANNIO 1 – CAMPOLIETO 1 – BELMONTE DEL SANNIO 1

 

I grafici di Fabio Caserio  che mostrano evoluzione, andamento, cluster e tassi di incidenza e letalità

Anziani delle case di riposo finiscono tutti a Venafro: positivi trasferiti al Ss Rosario

 

Ore 18.45 – 23 TAMPONI PROCESSATI, NESSUN NUOVO CONTAGIO

L’Azienda sanitaria regionale ha appena diramato l’aggiornamento dei dati sull’epidemia da covid: su 23 tamponi processati non si registra nessun nuovo contagio.

Questo il nuovo bollettino della Asrem:
– 1632 tamponi processati di cui 1410 negativi
– 222 sono i tamponi positivi: 166 nella provincia di Campobasso, 44 in quella di Isernia e 12 di persone di fuori regione
– All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 27: di questi 22 sono in Malattie Infettive (18 della provincia di Campobasso, 2 di quella di Isernia e 2 di fuori regione), 4 sono in Terapia Intensiva (3 della provincia di Campobasso, 1 di quella di Isernia) e 1 in Terapia Sub intensiva (altre regioni)
– 1 paziente ricoverato al Veneziale di Isernia (Ortopedia)
– Sono 168 i pazienti in isolamento domiciliare (148) o dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici (20)
– 6 i pazienti dichiarati ufficialmente guariti (della provincia di Campobasso)
– 9 i pazienti positivi ricoverati al Neuromed, struttura privata accreditata di Pozzilli (2 della provincia di Campobasso, 2 di quella di Isernia e 5 di altre regioni)
– 13 i pazienti deceduti con Coronavirus (11 della provincia di Campobasso, 1 di quella di Isernia e 1 di altra regione)
– 354 i soggetti in isolamento e 23 quelli in sorveglianza

tabella 6 aprile

 

CAOS OSPEDALI TRA INCHIESTE DELLA MAGISTRATURA E POLEMICHE 

Anziani di Cercemaggiore trovati positivi dopo trasferimento a Larino, Procura indaga sul caso al Vietri

 

ORDINANZA A MONTENERO: OBBLIGATORIO INDOSSARE LE MASCHERINE IN PAESE

Mascherine, Montenero fa chiarezza con un’ordinanza: “Obbligatoria anche in paese”

 

EMERGENZA ANZIANI CASE DI RIPOSO: IL CASO DI AGNONE, SI VALUTA TRASFERIMENTO IN OSPEDALE VENAFRO

Rebus per gli anziani di Agnone, “abbandonati” dal gestore della casa di Riposo. Ipotesi trasferimento a Venafro

 

ORE 14.30 – TAMPONI IN CORSO SU ANZIANI CASE RIPOSO, FINORA TUTTI NEGATIVI

Altri tamponi in corso di processo al Cardarelli: i risultati si conosceranno nelle prossime ore e già con il bollettino serale il dato dei contagi, finora fermo a 222, potrebbe variare. Tuttavia la giornata di lunedì registra una frenata dei positivi dopo l’impennata dei giorni scorsi, che ha aumentato di parecchie unità il numero dei contagi. Un dato rilevante, che infonde anche speranza, è quello relativo alle dimissioni dal reparto di Intensiva, dove oggi un nuovo paziente è stato dimesso. Sono stati effettuati tamponi su ospiti di alcune case di riposo fra cui quella di Isernia che fino a questo momento hanno dato esito negativo. Negativi anche i tamponi suo medici e sugli infermieri del Veneziale di Isernia che sono entrati in contatti con il paziente di Roccamandolfi risulttao positivo al virus.

I Comuni molisani che registrano almeno un caso restano 33. “I cluster non sono aumentati” commenta il direttore generale Asrem Oreste Florenzano.

 

 

ore 13 – TAMPONI NELLE STRUTTURE PER ANZIANI, MOZIONE IN CONSIGLIO REGIONALE

“Bisogna effettuare tamponi a tappeto al personale sanitario e nelle strutture per anziani”: questo l’obiettivo della mozione presentata dal consigliere regionale Filomena Calenda, nel corso della seduta del Consiglio Regionale di oggi, 6 aprile, dopo i focolai nelle case di riposo di Cercemaggiore e Agnone. “Gli operatori non vivono in struttura e ad ogni turno ognuno rientrano nelle proprie abitazioni, svolgendo la vita secondo i ritmi dettati dall’esigenza. Si fa la spesa, si va in farmacia e si convive con i familiari”. L’ex leghista ha ricordato che “la Protezione Civile ha dato poteri ai presidenti di giunta che non devono neppure confrontarsi con i commissari ad acta, per cui mi chiedo perché ci ostiniamo a non voler effettuare i tamponi a tutti i sanitari e a quanti lavorano nelle strutture di accoglienza? Siamo una piccola regione, una famiglia ed è ovvio, che considerata l’alta carica di contagio del virus, bastano poche persone per contagiare un numero esponenziale di soggetti”.

Calenda ha chiesto più trasparenza dal punto di vista dell’informazione sui malati e interventi nel reparto di dialisi di Isernia dove “c’è necessità di adottare misure più stringenti, considerata la delicatezza e vulnerabilità dei soggetti”. Infine la richiesta di “conoscere l’iter dei soggetti posti in quarantena laddove un familiare è risultato positivo”.

 

Ore 12. 30 – RICOVERI STABILI IN OSPEDALE

Questo il nuovo bollettino della Asrem:
– 1609 tamponi processati di cui 1387 negativi
– 222 sono i tamponi positivi: 166 nella provincia di Campobasso, 44 in quella di Isernia e 12 di persone di fuori regione
– All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 29: di questi 24 sono in Malattie Infettive (20 della provincia di Campobasso, 2 di quella di Isernia e 2 di fuori regione), 4 sono in Terapia Intensiva (3 della provincia di Campobasso, 1 di quella di Isernia) e 1 in Terapia Sub intensiva (altre regioni)
– Sono 166 i pazienti in isolamento domiciliare (148) o dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici (18)
– 6 i pazienti dichiarati ufficialmente guariti (della provincia di Campobasso)

– 1 paziente positivo ricoverato al Veneziale di Isernia
– 9 i pazienti positivi ricoverati al Neuromed, struttura privata accreditata di Pozzilli (2 della provincia di Campobasso, 2 di quella di Isernia e 5 di altre regioni)
– 13 i pazienti deceduti con Coronavirus (11 della provincia di Campobasso, 1 di quella di Isernia e 1 di altra regione)

tabella asrem 6 aprile ore 12

 

Ore 11.30 – ESCE DALLA RIANIMAZIONE UNO DEI PAZIENTI DI BERGAMO

E’ stato dimesso dal reparto di Rianimazione e trasferito in Malattie Infettive uno dei due pazienti di Bergamo ricoverati al Cardarelli di Campobasso lo scorso 16 marzo, quando gli ospedali lombardi non avevano più posti per la terapia intensiva a causa della grave crisi sanitaria determinata dal boom di malati da covid-19 in condizioni disperate. A distanza di tre settimane la buona notizia: le condizioni di uno dei due pazienti di Bergamo, una delle città più colpite dal virus dal punto di vista dei casi e dei decessi, sono migliorate.

 

MOLISE E DISTANZIAMENTO SOCIALE

Distanziamento sociale garantito: lo spopolamento gioca un ruolo vincente

 

FRA I CONTAGIATI ADOLESCENTI E BAMBINI: IL VIRUS PUO’ COLPIRE TUTTI

Ci sono anche due ragazzi positivi al Covid-19 a Campobasso. La notizia diffusa ieri sera dal sindaco del capoluogo Roberto Gravina si inserisce in un contesto che rispetto a una fase iniziale di diffusione del contagio registra persone giovani fra quelle che possono contrarre il virus. In modo particolare a Campobasso, dove i contagi hanno superato il numero 60, ci sono quarantenni, cinquantenni, persone anche in buona salute e senza patologie pregresse che negli ultimi giorni hanno manifestato i sintomi del virus. La maggior parte di loro si trova in isolamento domiciliare. Già era stato portato all’attenzione il caso di due adolescenti di 13 e 14 anni contagiati dal nuovo coronavirus sempre in Molise. Nessuno tra i minorenni risultati positivi ha avuto finora bisogno di cure ospedaliere.

 

OSPEDALI VIETRI E SS.ROSARIO AVRANNO ALA COVID PER OSPITARE ANZIANI POSITIVI

Ospiti delle case di riposo di Cercemaggiore e Agnone positivi ma asintomatici saranno gestiti negli ospedali di Larino e Venafro con percorsi Covid separati. L’emergenza delle case di riposo impone un ripensamento del Piano stilato per far fronte all’emergenza. 

I contagi nelle case di riposo modificano il piano anti-Covid. Positivi asintomatici a Larino e venafro

 

PAZIENTI TRASFERITI AL VIETRI E TROVATI POSITIVI, SINDACO VA IN PROCURA

Pazienti trasferiti al Vietri risultati positivi, sindaco di Larino va in Procura

 

ORE 8 – SU 50 NUOVI TAMPONI, ZERO POSITIVI

Nelle ultime ore sono stati processati circa 50 tamponi ma nessuno ha dato esito positivo. La buona notizia è confermata dal Direttore Generale della Asrem Oreste Florenzano: “siamo arrivati a 1607 tamponi e i positivi restano fermi a 222″. Come da ultimo bollettino, insomma, quello di ieri 5 aprile alle 18, quando però i tamponi processati erano 1557, esattamente 50 in meno.

 

Ore 8 –  LA MAPPA DEL CONTAGIO: RESTANO 33 I COMUNI COINVOLTI

CAMPOBASSO 63 – CERCEMAGGIORE 27 – TERMOLI 25 – AGNONE 23 – MONTENERO DI BISACCIA 11 – RICCIA 7 – ISERNIA 7 – BARANELLO 7 – POZZILLI 5 – FILIGNANO 4 – VENAFRO 4 – CAMPOCHIARO 3 – MONTAGANO 3 – BOJANO 2 – RIPALIMOSANI 2 – URURI 2 – MIRABELLO SANNITICO 2 – TORO 2 – PETACCIATO 2 – ROCCAMANDOLFI 1 – CASTELPETROSO 1 – FORLI’ DEL SANNIO 1 – SCAPOLI 2 – CAMPOMARINO 1 – CASTROPIGNANO 1 – PETRELLA TIFERNINA 1 – MONTERODUNI 1 – FERRAZZANO 1 – JELSI 1 – SANTA CROCE DI MAGLIANO 1 – SAN GIULIANO DEL SANNIO 1 – CAMPOLIETO 1 – BELMONTE DEL SANNIO 1