Mario Bellotti: “Non lasciamo solo nessuno, ma Governo e Regione non lascino soli noi sindaci”

Banco alimentare, buoni spesa, cabina di regia, Coc: così si riorganizza la vita delle famiglie e il settore Sociale diventa nevralgico nella vita dei Comuni. Il sindaco di Guglionesi: “Sulle nostre spalle grava una enorme responsabilità alla quale cerchiamo di far fronte, ma chiedo a Governo e Regione Molise di starci più vicino”

Il Covid sta cambiando tutto, compreso il lavoro dei sindaci. L’impegno dei primi cittadini in Molise è aumentato moltissimo, la pandemia che ha messo in ginocchio il mondo si traduce con una crescita esponenziale delle responsabilità degli amministratori che, soprattutto nei piccoli comuni, hanno sulle spalle il peso di una emergenza che coinvolge concretamente le famiglie e la popolazione.

Mario Bellotti
Mario Bellotti

A Guglionesi, comune retto da tre anni a questa parte dal sindaco Mario Bellotti, la priorità sono (e non potrebbe essere altrimenti) le famiglie, in modo particolare quei nuclei a reddito bassissimo o addirittura nullo.

I precari dell’edilizia e dell’agricoltura, i lavoratori in nero che hanno perso l’introito mensile necessario a garantire almeno i bisogni primari alle rispettive famiglie, vivono una emergenza nell’emergenza.

Così la riorganizzazione in Comune è stata conseguenziale e elaborata sulla base di una intensa attività di servizi sociali, nel senso più ampio possibile. Si rafforza il Banco Alimentare, grazie soprattutto alle donazioni di imprese, associazioni e privati, per andare incontro alle necessità giornaliere di chi non riesce a garantire il cibo a se stesso o alla famiglia.

Mario Bellotti

E’ stato istituito un Coc, centro operativo comunale, sebbene a Guglionesi fino a questo momento non si siano verificati casi di contagio. Una scelta che, sostiene il sindaco Bellotti, si è rivelata fondamentale ai fini di una gestione più efficace e veloce della consegna di farmaci, alimenti, aiuti di vario genere. Creata anche una cabina di regia per la gestione dei buoni spesa, che per il Comune di Guglionesi hanno significato circa 44mila euro di disponibilità da assegnare sulla base di requisiti stabiliti dalle stesse Amministrazioni per offrire un aiuto concreto alle famiglie e ai cittadini in un periodo così difficile e di crisi inedita.

Sui sindaci inoltre grava anche quasi interamente la responsabilità di emanare ordinanze, con il rischio che siano al limite della legalità e perfino impugnabili, su materie che generalmente sono di competenza regionale o statale. Abbiamo ascoltato Mario Bellotti sulla attuale emergenza che riguarda il comune di Guglionesi, uno dei più grandi dell’area bassomolisana.