Mancano i dispositivi di protezione, tecnici e infermieri non hanno nemmeno le mascherine antivirus

Più informazioni su

    La fotografia è più eloquente delle parole. Mostra alcuni operatori in servizio nel reparto di radiodiagnostica del Cardarelli di Campobasso costretti a lavorare con la mascherina chirurgica sul volto. Una mascherina che, come noto, non protegge se stessi ma gli altri, e non impedisce di contrarre il virus. Un rischio che infermieri e tecnici, una cinquantina in tutto, corrono ogni giorno.

    “Stiamo lavorando così perché i dispositivi di protezione individuale non arrivano a sufficienza e quei pochi in dotazione li teniamo sotto chiave perché c’è perfino il rischio che vengano rubati” confermano alcuni di loro, interpellati da Primonumero.it..

    Il personale dovrebbe indossare oltre a tute specifiche, sovrascarpe e visiera, la mascherina ffp 2 o ffp3, cioè le maschere antivirus che proteggono da virus e batteri che si possono inalare attraverso l’aria, e che sono adatte per la protezione dalle coronavirus essendo certificate e dotate di valvola.

    Ma nella realtà non è così perché la farmacia del Cardarelli ha consegnato questo tipo di dispositivi soltanto all’inizio dell’epidemia, almeno per quanto riguarda il reparto di radiodiagnostica, dove i tecnici hanno a che fare quotidianamente con pazienti positivi, ricoverati non solo in Malattie Infettive ma in tutti gli altri reparti adibiti a reparti Covid in questi giorni, quando il numero dei contagiati è aumentato in maniera esponenziale e alcune unità operative, come urologia e nefrologia, sono state convertite.

    “I dispositivi sono stati distribuiti solo all’inizio, ma ne abbiamo avuti solo una ventina che abbiamo preso in carico firmando ognuno col proprio nome”. Loro però sono più di 50 persone e la situazione comincia a diventare molto pesante. Lavorare con l’ansia addosso, che si unisce allo stress fisico e psicologico per turni faticosi, in una situazione convulsa e di emergenza, è ancora più difficile.

    Più informazioni su