La bella notizia: a 80 anni Tonino Bussone batte il covid, è tornato a casa

Intorno alle 13.00 il fondatore della Polisportiva Molise è tornato nella sua abitazione dopo qualche giorno in cui è stato ricoverato in malattie infettive. Un fatto che ha tenuto in apprensione molti campobassani, ora sollevati dalla guarigione di uno dei simboli del capoluogo, sportivo e non.

La bella notizia è arrivata intorno a ora di pranzo: Tonino Bussone è stato dimesso dall’ospedale Cardarelli, dove era ricoverato in malattia infettive da qualche giorno per via della positività riscontrata al Covid-19. La città ha parlato tanto di Bussone, considerando uno dei figli prediletti del capoluogo. E ha pregato affinché tutto potesse andare per il meglio. Per fortuna le cose sono andate bene e Tonino è tornato nella sua abitazione.

Una tempra formidabile per uno sportivo di 80 anni, da poco compiuti, simbolo dell’atletica cittadina. Sempre in giro per il centro cittadino, sempre col suo passo svelto e l’immancabile tenuta sportiva. Tuta e scarpe da ginnastica, oltre che sudore, fatica, passione sviscerata per la regina degli sport: impossibile non conoscerlo a Campobasso. Ecco perché la notizia del ricovero era stata appresa con molta preoccupazione da parte di tutti quelli che lo conoscono, anche solo di nome.

Ricordiamo, per i pochi che non lo sapessero, che Tonino Bussone ha fondato la società di atletica leggera più longeva della regione, quella Polisportiva Molise di cui è stato atleta, dirigente, presidente, insomma ha ricoperto tutti i ruoli possibili. E continuerà a farlo non appena la situazione tornerà a una parvenza di normalità. Intanto, la città gli invia un grande abbraccio collettivo.     

FdS