Non si può uscire ma lui va in centro con 14 dosi di cocaina da spacciare, arrestato 30enne termolese

Aveva con sé 14 dosi di cocaina ma un controllo dei Carabinieri lo ha ‘smascherato’. È stato arrestato ieri pomeriggio, 28 aprile, in pieno centro a Termoli un trentenne, già noto alle Forze dell’Ordine, residente nella cittadina adriatica.

La pandemia non lo ha fermato, ma i Carabinieri sì. L’uomo si trovava in una strada centrale quando una pattuglia della locale Stazione lo ha fermato per un controllo. È stato con la perquisizione personale che gli agenti hanno trovato 14 dosi di droga, pronte per essere immesse nel ‘mercato della morte’.

Allora è scattata l’indagine anche nell’abitazione del giovane, che ha permesso ai militari di trovare ulteriori otto grammi di cocaina, oltre a un bilancino di precisione e al materiale per il confezionamento della droga. In più in casa c’erano mille euro in contanti, probabile provento dell’attività illegale di spaccio.

La droga scoperta è stata sequestrata e per il giovane sono scattate le manette. È stato infatti accompagnato nella caserma di via Brasile per gli accertamenti e approfondimenti del caso. Dopo le formalità di rito, il fermato è stato dichiarato in stato di arresto per poi essere portato nella propria abitazione dove si trova ora in regime degli arresti domiciliari come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria