Il presidente del Coni, Guido Cavaliere: “Grande prova di maturità dello sport molisano”

"Il Ministro dello Sport sta disponendo una cospicua somma per sostenere lo sport a tutti i livelli: siamo molto vigili e pressanti perché il tutto si realizzi in tempi brevi" spiega Cavaliere che è in contatto "con l'assessore regionale Vincenzo Niro per trovare insieme soluzioni ai disagi".

Lo sport, come noto, è fermo da ormai oltre un mese. Il presidente del Coni Molise, Guido Cavaliere, ha voluto inviare un messaggio di solidarietà ma anche di speranza, contando anche sugli aiuti previsti dalle istituzioni per far ripartire, si spera a breve, le attività sportive.

“Cari amici, questo difficile momento che tanto dolore ha procurato in numerose famiglie e che ha creato tanto disagio anche nello sport, deve essere l’occasione per rinvigorire quelle qualità che tutti possediamo, ma che spesso dimentichiamo – dice Cavaliere -. Solidarietà, affetto, amicizia, altruismo, rispetto delle regole, sono principi e qualità che tutti stiamo esercitando anche se chiusi nelle nostre abitazioni. Il mondo dello sport, pur soffrendo, sta realizzando iniziative importanti a sostegno dei meno fortunati e di quanti sono impegnati in prima linea nella lotta contro un nemico invisibile e crudele. Dobbiamo essere ancora più coesi, attivi e determinati e promuovere quei principi sui quali lo sport poggia le sue basi”.

Ecco perché il suo ringraziamento va proprio “allo sport molisano per questa prova di maturità che sta dando. Io rassicuro tutti che stiamo attivando con il Governo, con gli organi centrali dello sport, con la Regione Molise e con altri enti iniziative con lo scopo di alleviare il notevole disagio morale, psicologico ed economico che gli operatori dello sport stanno vivendo. I nostri uffici sono attualmente chiusi ma sono attivi il telefono, indirizzo di posta elettronica è il nostro sito sul quale pubblichiamo le disposizioni che vengono emanate”.

Nel dettaglio, “mi sono sentito con l’assessore regionale allo sport, Vincenzo Niro, che è stato disponibile per cercare una soluzione che possa ridurre il grave disagio. Il Ministro dello Sport sta disponendo una cospicua somma per sostenere lo sport a tutti i livelli: siamo molto vigili e pressanti perché il tutto si realizzi in tempi brevi. L’attenzione è rivolta a tutti: disabili, meno abbienti, bambini, ragazzi, giovani, adulti, anziani, atleti agonisti e non agonisti”.

Naturalmente, ora è il momento di stringere i denti: “È opportuno che tutti noi nel rispetto di quanto disposto dai decreti evitiamo contagi riducendo la diffusione del coronavirus. Insieme riusciremo a superare il grave momento di disagio. Approfitto per esprimere un forte sentimento di affetto alle famiglie delle persone che hanno perso la vita e a quanti soffrono. Un ringraziamento agli operatori: medici, infermieri, strutture sanitarie, Protezione Civile, forze armate, prefetture, questure, organi di informazione, istituzioni scolastiche, operatori delle strutture per anziani, Regione, comuni, volontari e tanti altri che in questo momento stanno profondendo ogni energia per aiutare e sostenere chi soffre mettendo spesso a rischio la propria incolumità”.