I contagi fermi a 224 malgrado 58 nuovi tamponi. I cluster non cambiano e aumentano i guariti – I NUMERI – L’EMERGENZA

Sale a 224 il numero delle persone contagiate da coronavirus in Molise, ma in compenso ci sono meno ricoverati in Malattie Infettive e i guariti in via definitiva salgono a 8

Più informazioni su

ALTRI 58 TAMPONI PROCESSATI, NESSUN POSITIVO AL COVID

Restano 224, come in mattinata, i casi di contagio da infezione di nuovo coronavirus in Molise. Nel pomeriggio sono stati processati altri 58 tamponi che hanno dato esito negativo. I numeri del contagio sono rassicuranti e i cluster già noti ed evidentemente sotto controllo. Gli unici due nuovi positivi delle ultime 60 ore sono un cittadino residente a Larino (primo caso) e un cittadino di Campochiaro, che passa a 4 casi. Una persona in più a malattie infettive, dove i ricoverati diventano 22. Ma ci sono 8 guariti ufficiali.

ORE 18 – Questo il nuovo bollettino della Asrem:
1952 tamponi processati di cui 1728 negativi
– 224 sono i tamponi positivi: 168 nella provincia di Campobasso, 44 in quella di Isernia e 12 di persone di fuori regione
– All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 27: di questi 22 sono in Malattie Infettive (16 della provincia di Campobasso, 4 di quella di Isernia e 2 di fuori regione), 4 sono in Terapia Intensiva (3 della provincia di Campobasso, 1 di quella di Isernia) e 1 in Terapia Sub intensiva (altre regioni)
– Sono 169 i pazienti in isolamento domiciliare (147) o dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici (22)
– 8 i pazienti dichiarati ufficialmente guariti (della provincia di Campobasso)
– 7 i pazienti positivi ricoverati al Neuromed, struttura privata accreditata di Pozzilli (2 della provincia di Campobasso, 2 di quella di Isernia e 3 di altre regioni). 2 invece sono guariti
– 13 i pazienti deceduti con Coronavirus (11 della provincia di Campobasso, 1 di quella di Isernia e 1 di altra regione)
– 365 i soggetti in isolamento e 22 quelli in sorveglianza

tabella asrem 8 aprile pm

UN CASO IN PIU’ A LARINO E CAMPOCHIARO

Sono entrambe della provincia di Campobasso le due persone risultate positive al Covid nelle ultime ore. Una è residente a Campochiaro, paese dell’area matesina, dove i contagi sono passati da 3 a 4. Si tratta di un caso legato al cluster già noto e la persona che ha contratto il virus “era già in isolamento domiciliare da 20 giorni”, rassicura il sindaco Simona Valente. “Le sue condizioni di salute sono buone”.
L’altro paziente risultato positivo al coronavirus è un residente di Larino di circa 65 anni trovato positivo durante il tempo nei cui è stato sottoposto all’ospedale San Timoteo di Termoli. L’uomo si trova in isolamento domiciliare da due settimane e secondo quanto si era appreso in mattinata ha avuto, 15 giorni fa, contatti con alcuni cittadini di Ururi, dove c’è un piccolo cluster. Il suo caso non c’entra niente con il focolaio degli anziani di Cercemaggiore che per 24 ore sono rimasti all’ospedale Vietri della cittadina frentana prima di essere trasferiti insieme con gli anziani della casa di riposo di Agnone al Santissimo Rosario di Venafro.

LA NUOVA MAPPA DEI CLUSTER: 36 I COMUNI CON ALMENO UN CONTAGIO

CAMPOBASSO 63 – CERCEMAGGIORE 27 – TERMOLI 25 – MONTENERO DI BISACCIA 11 – BELMONTE DEL SANNIO 10 – AGNONE 9 – RICCIA 7 – ISERNIA 7 – BARANELLO 7 – POZZILLI 5 – FILIGNANO 4 – VENAFRO 4 – CAMPOCHIARO 4 – MONTAGANO 3 – POGGIO SANNITA 3 – BOJANO 2 – RIPALIMOSANI 2 – URURI 2 – MIRABELLO SANNITICO 2 – TORO 2 – PETACCIATO 2 – ROCCAMANDOLFI 1 – CASTELPETROSO 1 – FORLI’ DEL SANNIO 1 – SCAPOLI 1 – CAMPOMARINO 1 – CASTROPIGNANO 1 – PETRELLA TIFERNINA 1 – MONTERODUNI 1 – FERRAZZANO 1 – JELSI 1 – SANTA CROCE DI MAGLIANO 1 – SAN GIULIANO DEL SANNIO 1 – CAMPOLIETO 1 – CAROVILLI 1 – LARINO 1

 

I GRAFICI DI FABIO CASERIO COI DATI DELLA PROTEZIONE CIVILE

Per approfondire visita la pagina facebook Emergenza Corona Virus Molise – Informazioni , Dati e Statistiche  

 

Ore 17 – OBBLIGO DI MASCHERINE A CERCEMAGGIORE

Obbligo di indossare mascherine anche a Cercemaggiore: nuova ordinanza di Toma

 

 

DUE CONTAGI IN PIU’: 224 TAMPONI POSITIVI

Tornano a salire, anche se solo di 2 unità, i contagi da coronavirus in Molise. Dopo 48 ore senza casi, gli ultimi tamponi processati portano a 224 il numero dei contagiati in Molise. Ma ci sono due ottime notizie: scende infatti il numero di ricoverati al Cardarelli, che da 30 passa a 26, e aumentano i guariti in via ufficiale, che ora sono 8.

tabella asrem 8 aprile am

Questo il nuovo bollettino della Asrem:
– 1894 tamponi processati di cui 1670 negativi
– 224 sono i tamponi positivi: 168 nella provincia di Campobasso, 44 in quella di Isernia e 12 di persone di fuori regione
– All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 26: di questi 21 sono in Malattie Infettive (16 della provincia di Campobasso, 3 di quella di Isernia e 2 di fuori regione), 4 sono in Terapia Intensiva (3 della provincia di Campobasso, 1 di quella di Isernia) e 1 in Terapia Sub intensiva (altre regioni)
– 1 paziente ricoverato al Veneziale di Isernia (Ortopedia)
– Sono 169 i pazienti in isolamento domiciliare (147) o dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici (22)
– 8 i pazienti dichiarati ufficialmente guariti (della provincia di Campobasso)
– 9 i pazienti positivi ricoverati al Neuromed, struttura privata accreditata di Pozzilli (2 della provincia di Campobasso, 2 di quella di Isernia e 5 di altre regioni)
– 13 i pazienti deceduti con Coronavirus (11 della provincia di Campobasso, 1 di quella di Isernia e 1 di altra regione)

 

ore 12 – PRIMO CASO POSITIVO A LARINO, NULLA A CHE VEDERE COL CLUSTER DEL VIETRI

È residente a Larino, ma abita in una contrada rurale e secondo quanto si apprende ha avuto maggiori contatti con Ururi, dove sono stati registrati due casi di positività al nuovo coronavirus. Parliamo dell’uomo, tra 60 e 70 anni, che una settimana fa ha accusato i sintomi della infezione e che sottoposto a tampone al san Timoteo di Termoli, dove è stato preso in carico dai medici del Pronto soccorso, è risultato positivo. Un caso il suo, che non c’entra niente con il cluster degli anziani trasferiti per un giorno al Vietri di Larino della casa di riposo di Cercemaggiore, come tiene a precisare anche il sindaco Puchetti, informato della vicenda. E a quanto pare è scollegato anche da altri Cluster di operatori sanitari. Più verosimile, la ricostruzione che si sta facendo nella cittadina frentana, che l’uomo abbia avuto contatti ravvicinati con qualche cittadino di Ururi, centro che frequenta per le inderogabili esigenze di spesa e approvvigionamento farmaceutico e dove si sarebbe recato due settimane fa. Da molti giorni l’uomo si trovava in isolamento  e gli ultimi contatti che avrebbe avuto con l’esterno risalgono a 15 giorni fa circa. Ora è nel suo domicilio, con sorveglianza attiva da parte di Asrem.

VERTICI ASREM A VENAFRO

E’ in corso di svolgimento all’ospedale Santissimo Rosario di Venafro un’ispezione dei vertici Asrem Florenzano e Scafarto che questa mattina – 8 aprile – hanno deciso di approfondire cos’è successo ieri, quando i pasti destinati agli anziani ricoverati nella struttura sono stati lasciati fuori, sul davanzale di una finestra.

 

DIMESSO UNO DEI PAZIENTI BERGAMASCHI

Oltre al limitato numero di nuovi contagi, oggi si registra un’altra notizia incoraggiante: è stato dimesso dall’ospedale Cardarelli di Campobasso uno dei pazienti bergamaschi arrivato il 16 marzo e ricoverato in Terapia Intensiva.

seguono aggiornamenti

Più informazioni su