Film ed eventi “a distanza” e on line, il covid non ferma la manifestazione Noblesse oblige

Più informazioni su

    Il primo appuntamento è per domani, 28 aprile, quando sarà trasmesso in modalità call conference il film ‘Il cacciatore di aquiloni’. Poi il dibattito, che seguirà alla visione del film in conference call su Skype.

    Inizierà così la manifestazione ‘MoliseNoblesse’, che ha dovuto riorganizzare le proprie modalità di svolgimento alla luce delle restrizioni imposte per evitare il propagarsi del covid-19.

    Si svolgeranno on line gli eventi internazionali organizzati dai ragazzi di Molise Noblesse e Filitalia International, con UMDI Un Mondo d’Italiani, Centro Studi Agorà, Casa Molise e Servizio Civile Nazionale in collaborazione con una serie di partner locali, nazionali e internazionali.

    L’emergenza Covid-19 – spiega la madrina del progetto e presidente di Filitalia chapter Bojano, Mina Cappussi – ci ha colpiti, ma non abbattuti. Dopo una breve pausa dagli eventi, dovuta al lockdown nazionale, Molise Noblesse riprende il suo naturale corso, con alcune variazioni-innovazioni sul tema, nel rispetto delle nuove normative vigenti a livello nazionale. La Ceo dell’iniziativa ha pensato ad una ricalendarizzazione degli eventi e a diverse modalità di svolgimento, visto il divieto di assembramenti e di riunioni in locali chiusi. Non perdere il legame che si è instaurato tra il progetto, le associazioni e i cittadini presenti sul territorio è di fondamentale importanza. Ci sono i membri di Fililtalia, molto attivi e in collegamento continuo e costante con Philadelphia e la casa madre presieduta da Paola Bonavitacola e fondata dal dr. Pasquale Nestico, ci sono i giovani di Centro Studi Agorà e Casa Molise e quelli del Servizio Civile.

    In programma video conferenze, corsi in remoto, conference call, lezioni, seminari, con professori di vari atenei italiani e anche dall’estero che hanno dato la loro disponibilità. Non mancheranno gli outdoor in continuità con le passate edizioni, già a cominciare da maggio, nel rispetto delle disposizioni ministeriali che favoriscono le attività all’aria aperta in sicurezza, con il distanziamento previsto, seguendo le orme de La via degli Eremi, le Vie dell’Acqua, Pedalando tra le Culture, la Trignolata, la via dei Sanniti, le Vie del Potere, la via della Devozione, i Tratturi e le Vie della Transumanza.

    Il tema del mese (un mese, lo ricordiamo, piuttosto difficile per via del lockdown) è il coraggio, di affrontare la paura, il senso di smarrimento, la caduta delle certezze, lo stravolgimento del mondo così come lo conosciamo. Proprio in linea con il tema, il primo appuntamento per il Cineforum Time in Conference Call sarà martedì 28 Aprile con il film “Il Cacciatore di Aquiloni”. Per essere parte di quest’esperimento socio-culturale che tanto successo sta riscontrando nel corso degli anni, basta partecipare all’evento su Facebook pagina Molise Noblesse (diverso per ogni appuntamento), per restare aggiornati su data e ora di ‘ritrovo’. Gli organizzatori provvederanno ad aggiungere tutti i partecipanti in chat su Skype.

    “Quando abbiamo abbracciato il progetto – spiega Pamela del Servizio civile – abbiamo deciso di donare un anno della nostra vita e di dedicarlo alla patria. Oggi il bisogno di farlo è più forte che mai”.

    Più informazioni su