Fiat e Sevel confermano la cassa integrazione fino al 13 aprile

Sia la Fiat FCA che la Sevel hanno confermato la cassa integrazione sino al 13 aprile compreso, come peraltro scontato dopo la decisione annunciata dal ministro della Salute Roberto Speranza, e confermata ieri sera dal premier Giuseppe Conte, di prorogare fino al giorno di Pasquetta le restrizioni dovute all’esigenza di contrastare il diffondersi dell’epidemia covid-19.

Nel pomeriggio di oggi, giovedì 2 aprile, si è tenuta in modalità telematica la l’informativa con cui FCA ha confermato ufficialmente la sospensione dell’attività produttiva per lo stabilimento di Termoli fino al 13 aprile, così come previsto dal decreto governativo di ieri.

Come detto restano in cassa integrazione anche i tanti lavoratori dell’azienda Sevel di Val di Sangro.

Intanto la Uil Uilm fa sapere che “continua il confronto con un gruppo di lavoro congiunto alle organizzazioni sindacali per mettere in campo tutte le azioni necessarie al fine di tutelare la salute dei lavoratori, perseguire le normative sanitarie previste dal Governo e discutere della situazione in merito al trasporto dei lavoratori”.