Economia paralizzata, le proposte M5S: contributi a fondo perduto, sospensione di Irap e bollo auto

Le misure per le imprese e le famiglie illustrate questa mattina - 3 aprile - in video conferenza dai consiglieri regionali pentastellati

Come rilanciare l’economia regionale per fronteggiare la crisi causata dal blocco delle attività economiche a causa della diffusione del covid-19: il Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale ha illustrato questa mattina – 3 aprile – durante una video conferenza le proprie soluzioni rivolte a imprese e famiglie.

Prima di entrare nella sostanza delle misure proposte, l’appello di Andrea Greco al presidente della Regione Molise Donato Toma: “Basta parlare di odio e fake news, siamo tutti sulla stessa barca. E se affonda questa barca, i primi a rimetterci saranno i piccoli imprenditori, gli artigiani e tutti coloro che hanno un’attività in Molise”.

Per i pentastellati di Palazzo D’Aimmo quelle varate finora dal governo regionale sono “misure spot”, “iniziative isolate“. “Ci saremmo aspettati una proposta di legge più organica”, sottolinea Angelo Primiani. “Il nostro pacchetto prevede una misura a sostegno delle imprese e una a sostegno delle famiglie”.

Per le imprese “il prestito agevolato di 5mila euro (varato dalla Giunta Toma, ndr) è una buona misura, ma è migliorabile. Come? 8 milioni sono insufficienti, bisogna reperirne altri 8. Ci sono i margini per aumentare le risorse di questo fondo”. Inoltre, “dal nostro punto di vista il 50% del contributo deve essere a fondo perduto e l’altro 50% da restituire a tasso in dieci anni a partire dal 2021″, insiste Primiani. “Commercianti e artigiani non possono indebitarsi ulteriormente”. Proposte che saranno avanzate alla Giunta regionale durante la sessione di bilancio.

Inoltre, aggiunge ancora il consigliere regionale di M5S, “bisogna pensare anche a quelle grosse e medie imprese che attualmente sono chiuse e che sono anche più esposte, come le aziende del settore agroalimentare, agricolo e manifatturiero molisano: si potrebbe per sostenere questa categoria di imprese con l’istituzione di un fondo a garanzia e la Finmolise dovrebbe farti da garante nei confronti di istituti di credito anche mediante la stipula di convenzioni”. Questo vuole dire che, argomenta Primiani, “la Regione Molise attraverso la FinMolise deve fornire tutte le garanzie patrimoniali affinché vengano concessi prestiti alle imprese andando a coprire gli interessi, con un piano di ammortamento e di rientro molto dilazionato nel tempo, almeno di 10 anni”.

Il Movimento 5 Stelle propone anche dei voucher per sostenere le produzioni locali istituendo il ‘Fondo made in Molise’: “Le piccole e medie imprese artigiane localizzate sul territorio molisano che intendono acquistare i prodotti tipici locali possono richiede questo voucher che avrebbe un doppio beneficio”.

Fondamentale poi la sospensione dei tributi e in particolare dell’Irap sempre per sostenere le imprese.

Accanto a queste proposte, ci sono le misure per le famiglie: “Il Governo ha già erogato ai Comuni dei finanziamenti per soddisfare i fabbisogni delle famiglie e al Molise sono arrivati circa due milioni e mezzo di euro ripartiti tra i 136 Comuni. La Regione Molise potrebbe individuare almeno un fondo di 500.000 euro per andare a cofinanziare e quindi a sostenere i Comuni. Inoltre noi proponiamo la sospensione dei termini per il pagamento di alcuni tributi come il bollo auto”.