Didattica on line, stanziati 480mila euro per le scuole molisane

Stanziati 85 milioni di euro a favore della didattica on line e al Molise vanno 480mila euro. Lo rende noto la deputata molisana del Movimento Cinque Stelle, Rosa Alba Testamento. “Il Ministero dell’Istruzione ha adottato alcune importanti misure volte ad assegnare, ai singoli istituti scolastici, fondi per l’implementazione delle piattaforme digitali per la didattica a distanza, nonché per il potenziamento degli strumenti tecnologici in dotazione”.

Previsto “uno stanziamento ad hoc per tutte le regioni italiane di 85 milioni di euro, che saranno ripartiti tenendo maggiormente presenti le aree del Paese con più famiglie bisognose e meno dotazioni digitali” secondo quanto riferisce la componente della Commissione Cultura a Montecitorio.

“Degli 85 milioni – continua la deputata isernina – 10 potranno essere utilizzati dalle istituzioni scolastiche per favorire l’utilizzo di piattaforme e-learning, per dotarsi di strumenti digitali utili per l’apprendimento a distanza o per potenziare quelli già in loro possesso, e 70 milioni saranno impiegati per mettere a disposizione degli studenti meno abbienti, in comodato d’uso gratuito, dispositivi digitali per la fruizione della didattica a distanza. I restanti 5 milioni serviranno per la formazione del personale scolastico. Il decreto, inoltre, incrementa il Fondo per le emergenze educative del Ministero di 2 milioni di euro, anche questi utilizzabili per le esigenze delle scuole sul piano della didattica in relazione all’emergenza da Covid-19”.

rosa alba testamento

Quindi uno sguardo alla nostra regione. “Per il Molise – continua Testamento – sono state stanziati in totale 479.577,45 euro, dei quali 54.492,17 per piattaforme e strumenti digitali, 397.839,20 euro per dispositivi digital e connettività di rete e 27.246, 08 euro per il personale scolastico.

In queste settimane l’Italia vive una fase delicata e il corpo docente, anche attraverso elementi innovativi, come gli strumenti di e-learning, sta svolgendo un ruolo fondamentale nel garantire sostegno culturale, educativo ed emotivo a migliaia di bambini e ragazzi rimasti spaesati dall’emergenza provocata dalla pandemia.

Si stanno facendo molti sforzi, molti altri se ne dovranno fare per portare a compimento l’anno scolastico, ma possiamo affermare con fierezza di avere una comunità educante, composta da insegnanti, genitori e ragazzi, che è motivo d’orgoglio per il nostro paese” conclude Testamento.