Quantcast

Dalla cancellazione delle tasse al sostegno economico: le 20 proposte della Lega

I consiglieri comunali Tramontano, D'Alessandro e Pascale si rivolgono al sindaco Gravina "al fine di sostenere la gestione della crisi economico-sociale che sta mettendo a dura prova anche la nostra comunità cittadina". E lanciano una serie di idee.

Venti proposte per sostenere il tessuto sociale ed economico della città di Campobasso. Sono quelle che ha sviluppato il gruppo consiliare della Lega, sottoscritte dai consiglieri Alberto Tramontano (capogruppo), Alessandro Pascale e Maria Domenica D’Alessandro, “al fine di sostenere la gestione della crisi economico-sociale che sta mettendo a dura prova anche la nostra comunità cittadina”.

maria-domenica-d-alessandro-148595

Si va dalla cancellazione delle tasse e dei tributi comunali per 4 dodicesimi del 2020 alle attività commerciali e produttive alla sospensione del pagamento dei ticket per i parcheggi per almeno quattro mesi. A livello di sostegno economico, si ipotizza un piano straordinario di sostegno ai cittadini in difficoltà, armonizzando interventi comunali, regionali e statali e facendo una ricognizione sui soggetti privati e sulle attività produttive che per motivi burocratici o meramente formali sono rimasti fuori dagli aiuti. E si chiede all’amministrazione Gravina il “pagamento immediato alle imprese che lavorano per l’Amministrazione comunale di Campobasso”.

I temi presentati, spiegano i consiglieri, “potranno essere oggetto di discussioni specifiche nelle Commissioni consiliari, in Consiglio comunale o nelle sedi che vorranno essere rintracciate e proposte. Di fronte ad una crisi senza precedenti la collaborazione istituzionale e politica è un dovere: va perseguito esclusivamente l’interesse pubblico e il bene comune. Non crediamo di avere soluzioni a buon mercato e risposte indolori, ma sicuramente le proposte avanzate rispecchiamo un comune sentire della nostra comunità cittadina”.

Nelle proposte si legge anche di un contributo una tantum da prevedere per la sanificazione delle attività commerciali e produttive in genere e anche per l’effettuazione dei test sierologici per i dipendenti delle attività produttive della Città di Campobasso. Inoltre, la sanificazione straordinaria delle strade cittadine e la distribuzione gratuita di dispositivi di sicurezza (mascherine e guanti) in via prioritaria ai percettori dei buoni spesa, ai cittadini meno abbienti e alle attività produttive della città per una durata contingentata.

Le venti proposte sono variegate e prevedono anche l’istituzione di un tavolo permanente costituito con rappresentanze di tutti i gruppi consiliari della Città di Campobasso.